BMW X5 xDrive45e al Salone di Ginevra 2019

Nuovo motore termico per il SUV ibrido BMW X5 xDrive45e presentato al Salone di Ginevra: più potenza, più efficienza e autonomia elettrica fino a 80 km.



Tra le novità BMW al Salone di Ginevra, tutte all'insegna della motorizzazione ibrida, non manca un aggiornamento della X5 xDrive45e. Il SUV ibrido guadagna potenza e autonomia in modalità 100% elettrica, che quasi triplica rispetto alla versione precedente.

Il sistema ibrido BMW della X5 xDrive45e è composto da motore elettrico e motore termico benzina 6 cilindri in linea, la potenza massima raggiunta è di 290 kW/394 CV. La spinta, anche grazie al motore elettrico, è forte: da 0 a 100 chilometri orari in 5,6 secondi. Nonostante la mole e il peso di questo SUV ibrido, la nuova generazione percorre 80 km in elettrico.

Un valore che è quasi il triplo rispetto al modello precedente, segno di una accurata messa a punto. Che si vede anche nei consumi generali: 2,1 litri per percorrere cento chilometri, mentre le emissioni di CO2 ammontano a 49 grammi per chilometro percorso. Il serbatoio è comunque capiente: 69 litri.

Lo spazio di carico, invece, ammonta a 500/1716 litri: poco meno rispetto a quello offerto dalle varianti con motorizzazioni convenzionali, a causa dello spazio occupato dalle batterie.


Il sistema xDrive, inoltre, smista finemente la potenza di entrambi i motori a tutte e quattro le ruote, garantendo prestazioni da vera BMW sia su strada che in fuoristrada su terreni non asfaltati.

In città, invece, la X5 xDrive45e può percorrere gran parte della strada in full electric, visto che il sistema ibrido plug-in di BMW è progressivo e il motore termico entra in gioco solo all'occorrenza. Questo impatta positivamente sui consumi, ma anche sul piacere di guida a bassa e ad alta velocità: potenza e coppia, infatti, sono disponibili sin da subito.

  • shares
  • Mail