Salone di Ginevra 2019: BMW attacca la spina

Grande spazio al restyling della BMW Serie 7 ma è in evidenza soprattutto la gamma ibrida plug-in. Esposte le versioni elettrificate dell'ammiraglia, della Serie 3 e del SUV X5. In mostra anche una serie speciale della Serie 8.

Salone di Ginevra 2019 BMW

L'ammiraglia BMW Serie 7 nel suo restyling è attesa al debutto davanti al pubblico nella cornice del salone di Ginevra 2019. La partecipazione della casa bavarese all'evento svizzero (7-17 marzo) sarà incentrata sul processo di elettrificazione della marca. E proprio la Serie 7 mostrerà le sue versioni ibride plug-in: 745e, 745Le a passo lungo e 745Le xDrive a trazione integrale e passo lungo. Queste motorizzazioni basate sul propulsore a sei cilindri 3.0 a benzina hanno una potenza combinata di 290 kW/394 cavalli e consentono un'autonomia in modalità solo elettrica da 50 a 58 Km. Ma il powertrain ibrido plug-in non è limitato alla sola ammiraglia. Infatti a Ginevra verrà esposta la Serie 3 330e berlina, 185 kW/252 cavalli (motore a benzina a quattro cilindri 2.0) e 60 Km di autonomia elettrica. Accanto ad essa il SUV X5 xDrive45e, stesso motore della 745 ma un'autonomia di 80 Km.

Lo stand ginevrino ospiterà anche una serie speciale della Serie 8, cioè la BMW Individual M850i Night Sky. Si chiama così perché è ispirata al cosmo. Infatti i materiali per le decorazioni degli inserti interni provengono da rocce meteoritiche; anche il design di consolle centrale, cielo (nel senso della parte interna del tetto), dischi freni e specchietti hanno un design ispirato all'universo. Infine la BMW Individual M850i Night Sky si avvale di un nuovo design delle pinze freno. Esse sono state sviluppate da BMW Motorsport e prodotte come esemplari unici utilizzando tecniche di stampa 3D.

  • shares
  • Mail