Salone di Ginevra: come saranno le auto elettriche Honda

Al Salone di Ginevra 2019 il costruttore giapponese presenterà e-Prototype, che annuncia il futuro delle auto elettriche Honda.



Si chiama e-Prototype, verrà presentato al Salone di Ginevra 2019, ed è uno sguardo sulle future auto elettriche Honda. Anche se il design guarda molto al passato.

Questo prototipo di modello di serie di macchina elettrica deriva dall'Honda Urban EV Concept del 2017 e, come dice lo stesso costruttore, "è parte essenziale della strategia europea sull'elettrificazione di Honda". Dall'e-Prototype, quindi, dovrebbe venir fuori un modello di EV per la città molto simile al prototipo.

Il design è volutamente semplice: profili regolari, parabrezza molto ampio con montanti che si fondono con il vetro panoramico per offrire più visibilità anteriore, ma anche una migliore aerodinamica. Aerodinamica migliorata anche da quello che è forse l'unico tributo al moderno design tipico delle ultime proposte elettriche di un po' tutti i costruttori: gli specchietti virtuali.

Molto particolare la scelta di posizionare la presa di ricarica al centro del cofano, affinché sia facile e comoda da usare da entrambi i lati della macchina. E' coperta da un pannello nero, che caratterizza in modo deciso il design del frontale. I gruppi ottici a LED tondi danno un'impressione "umana" a questo veicolo elettrico Honda.

Il tutto è costruito a partire dalla nuova piattaforma Honda per gli EV, che permette proporzioni più compatte, passo relativamente lungo, sporgenze contenute e un assetto basso. L'e-Prototype, lo ricordiamo, è stata disegnata con la città in testa e si propone come urban vehicle comodo da usare.


L'abitacolo sembra spazioso anche grazie ad un design, ancora una volta, molto semplificato. Ma non "povero": tre grandi schermi occupano tutta la plancia (in realtà è uno solo, diviso in tre sezioni), impreziosita anche da inserti in legno. Pochi pulsanti distraggono il guidatore, mentre i sedili sono ricoperti in tessuto melange. L'impressione è quella di un abitacolo essenziale ma comodo da usare.

Comandi digitali, ad esempio, offrono una navigazione semplificata del menu multi tasking e permettono di regolare in modo intuitivo i livelli di comfort interni e i servizi di Infotainment. Ai lati degli schermi principali, cioè alle estremità del cruscotto, ci sono altri due schermi che proiettano le immagini riprese dal sistema di videocamere posto alle spalle dell'auto.

La e-Prototype avrà una batteria sufficiente a garantire una autonomia di oltre 200 km e sarà compatibile con la ricarica veloce (in 30 minuti l'80% della carica). Dati che confermano un uso prettamente cittadino dell'auto definitiva che nascerà da questo prototipo. Tra pochi giorni, al Salone di Ginevra, Honda rilascerà ulteriori dettagli su questo EV.

  • shares
  • Mail