PSA: il ritorno di Peugeot sul mercato USA e altre novità

Il ritorno della Casa del Leone in Nord America è stato annunciato alla presentazione dei risultati finanziari di PSA che, lo scorso anno, sono stati da record.


Durante la presentazione dei risultati finanziari relativi al 2018, il gruppo automobilistico PSA ha illustrato i prossimi obiettivi per il futuro. Stando alla seconda fase del piano strategico Push To Pass, relativo al triennio dal 2019 al 2021, PSA punta al 50% delle vendite su mercati extra europei entro il 2021. Perciò punterà sul premium brand DS a livello internazionale, su Citroen in India, su Opel in Russia e, soprattutto, sul ritorno di Peugeot in Nord America.

Nello specifico, il piano strategico Push To Pass di PSA prevede tre importanti strategie: Core Model Strategy, con l'introduzione di 116 nuovi modelli di auto e veicoli commerciali; Core Technology Strategy, con l'obiettivo del 50% di modelli elettrificati entro il 2021 e poi al 100% nel 2025; Core Mobility Strategy, con la diffusione internazionale del brand di mobilità Free2Move, il potenziamento del post-vendita IAM e dei servizi finanziari, nonché del sostegno dell'economia circolare con l'aumento del 33% delle vendite dei veicoli d'occasione.

Inoltre, il gruppo automobilistico PSA continuerà ad investire sulla guida autonoma, ma anche sull'alimentazione ad idrogeno per la clientela business. Tutta la strategia industriale del colosso francese terrà in considerazione le sette mega tendenze del mercato automobilistico mondiale, ovvero le divergenze dei mercati, la sharing, l'energia e l'ambiente, la connettività, l'autonomia, la trasformazione digitale e l'evoluzione del comportamento del cliente.

Per quanto riguarda i dati relativi ai risultati finanziari del 2018, il gruppo automobilistico PSA ha registrato lo scorso anno il record in termini di fatturato e volumi di vendita, grazie anche all'acquisizione di Opel e Vauxhall. Infatti, sono stati venduti 3,88 milioni di veicoli con i vari brand Peugeot, Citroen, DS, Opel e Vauxhall, ovvero il 6,8% in più rispetto al 2017. Il fatturato del 2018, invece, ammonta a 74 miliardi di euro, ovvero il 18,9% in più dell'anno precedente. Infine, per il 2019 è prevista la stabilità delle vendite sul mercato europeo, la contrazione del 1% in America Latina e 3% in Cina, mentre il mercato russo dovrebbe incrementare del 5%.

  • shares
  • Mail