Winter Race: tutto pronto a Cortina

Cortina si sta preparando alla settima edizione della WinteRace dal 28 febbraio al 2 marzo.

Winter Race 2019

E' una delle gare invernali per auto storiche più attese, la WinteRace, che porta sulle Dolomiti  con partenza e arrivo a Cortina d'Ampezzo un parterre di vetture e partecipanti veramente importanti. In questa settima edizione della “Superclassica ACISPORT”  - organizzata da Alte Sfere, col Patrocinio del comune di Lienz, Gmünd, San Vigilio di Marebbe, Dobbiaco e dell'ACI di Treviso - saranno cinquanta le vetture costruite entro il 1976 che partiranno da Corso Italia con al volante alcuni dei migliori regolaristi italiani.

Tra le vetture più antiche, tre Lancia Aprilia anteguerra tra cui quella del 1937 dell’equipaggio Sisti-Gualandi vincitore nel 2018, una Fiat 508 C del 1937, una Jaguar XK120 del 1953, la Fiat 1100/103 del 1953, oltre alla vasta presenza di modelli Porsche B e C e le due vetture di Porsche Italia, con la Carrera RS condotta da Pietro Innocenti Direttore Generale in equipaggio con Ornella Pietropaolo e la 356 A Speedster guidata dal direttore di Ruoteclassiche David Giudici in coppia con Paolo Cattagni CEO di Girard Perregaux Italia. Ma fra le più applaudite ci sarà certamente  la Lancia Stratos dell’equipaggio svizzero Mellinger-Gelmini

Giovedì 28 febbraio, giorno di apertura del carnevale, le vetture della WinteRace sfileranno con le maschere dei Sestieri di Cortina. Inoltre, sempre giovedì, si svolgeranno le verifiche tecniche che precederanno la due-giorni di gara. Le 50 vetture storiche partiranno davanti ad una quindicina di Porsche moderne selezionate dall’organizzazione  che si contenderanno la vittoria della 4th Porsche WinteRace.   Ad attendere gli equipaggi, un percorso di 550 km diviso in due tappe diurne:la prima avrà come scenario l’Austria/Ősttirol/Carinzia, la seconda, invece, le Dolomiti, patrimonio Unesco.

"Tra le novità di questa edizione” racconta l’organizzatrice Rossella Labate, “mi piace ricordare la visita al Porsche Museum Helmut Pfeifhofer di Gmünd in Carinzia/Austria dove si trova una collezione privata di 48 vetture, tra cui la 356 con la carrozzeria d’alluminio battuta a mano che ha il numero di telaio 20. Proprio in questa ex segheria sono state costruite le prime 50 vetture Porsche 356. Ma non è tutto. Abbiamo pensato di far disputare alcune prove presso paesaggi particolarmente suggestivi come i Passi Giau, Sella e Furcia e ancora verso il Lago di Misurina in cui le vetture arriveranno all’ora del tramonto di venerdì”.Gli equipaggi affronteranno 66 prove cronometrate a pressostato/fotocellula e 6 prove di media con 6 rilevamenti segreti.

I Top Driver presenti si contenderanno lo “scettro” di una competizione che sarà sicuramente interessante e combattuta soprattutto tra i valichi degli imponenti passi dolomitici, non per niente la seconda tappa sarà dedicata proprio al “Giro dei passi” visto che si valicheranno il Giau, il Pordoi, il Sella, il Gardena, oltre al Furcia, novità del 2019. " La nostra gara - continua Rossella Labate- si distingue anche per i prestigiosi  premi messi in palio   tra cui un lingotto d'oro da 100 grammi e un prezioso orologio “Laureato 42 mm” del brand svizzero di Alta Orologeria GIRARD-PERREGAUX.

Winter Race: il percorso in dettaglio


Venerdì 1° marzo le auto partiranno alle 8.30 da Corso Italia a Cortina e si dirigeranno verso Dobbiaco dove affronteranno le prime prove cronometrate presso la suggestiva struttura del Centro Culturale Grand Hotel Toblach. A questo punto la competizione prosegue in  Austria, ad  Heinfels, presso la sede della Loacker per arrivare a Lienz con prove nella Hauptplatz  e poi a Gmünd sede del Porsche Automuseum  con altre dodici prove cronometrate davanti al pubblico nel centro storico della città . La gara riprenderà subito dopo verso Kleindorf per rientrare al tramonto  verso il lago di Misurina e terminare la tappa a Cortina d’Ampezzo con la presentazione al pubblico a partire dalle 18.30.

Sabato 2 Marzo la competizione partirà sempre da Corso Italia, ma alle ore 9.30, per la tappa più breve ma per questo non meno impegnativa denominata “Giro dei passi”. L'abilità dei piloti verrà subito messa alla prova dal passaggio sul passo Giau. Le vetture transiteranno poi da Colle Santa Lucia e affronteranno delle prove a Pian di Salesei per arrivare ad Arabba e risalire il Passo Pordoi. Ancora prove sul Passo Sella, la sosta a Colfosco , e poi giù verso Corvara ,  San Vigilio di Marebbe, e  il Passo Furcia, per la prima volta inserito nel percorso della WinteRace. A Dobbiamo una sosta al Luxury Multibrand Franz Kraler per una cioccolata e poi il rush finale  sul Passo Cimabanche per arrivare in Corso Italia a Cortina con la presentazione delle vetture agli spettatori.

  • shares
  • Mail