Auto elettriche: accordo Toyota-Panasonic per le batterie

Panasonic e Toyota firmano un accordo per la fornitura di batterie per auto elettriche: ne beneficeranno anche Mazda, Honda, Daihatsu e Subaru mentre resta la fabbrica dedicata a Tesla.


auto elettriche batterie panasonic toyota


Nuova mossa nel Risiko delle batterie per le auto elettriche, vero componente chiave per lo sviluppo degli EV: secondo quanto riporta l'agenzia di stampa Nikkei, Toyota e Panasonic avrebbero firmato un accordo strategico di fornitura e di sviluppo di nuove tecnologie (in particolare per le batterie allo stato solido), che verrà ufficializzato solo nei prossimi giorni.

La partnership si concretizzerà in una joint venture in cui Toyota avrà il 51% delle quote e Panasonic il restante 49%. Panasonic porterà in dote 5 stabilimenti, in Giappone e in Cina, che verranno operati da questa JV Panasonic-Toyota.

Lo stabilimento Panasonic operato in collaborazione con Tesla e dedicato alla produzione di batterie per il costruttore californiano di auto elettriche, non rientra in questo accordo.

Nei primi anni 2020, grazie a questa joint venture, Toyota e Panasonic produrranno in grande serie batterie con una capacità pari a 50 volte quella attualmente offerta dalle batterie montate sui veicoli ibridi Toyota. Batterie che, è giusto precisarlo, oggi hanno capacità nettamente inferiori a quelle montate sulle auto elettriche pure.

Dal punto di vista industriale la cosa più interessante di questo accordo è che le future batterie Panasonic-Toyota verranno fornite anche a Mazda, Daihatsu, Subaru e, molto probabilmente, anche a Honda che già oggi usa batterie Panasonic per i suoi veicoli ibridi.


Si andrà a creare, così, un vero e proprio "blocco giapponese", una filiera integrata delle batterie per auto elettriche che si andrà a contrapporre a quelle che si stanno creando in Europa e in USA.

Nel Vecchio Continente, infatti, quasi tutti i costruttori di auto elettriche (specialmente Volkswagen) stanno stringendo accordi di fornitura con i giganti cinesi (in particolare CATL) e coreani (LG e Samsung) mentre lavorano insieme ai Governi di Germania e Polonia per creare la prima gigafactory europea di batterie per EV.

Negli USA il produttore di riferimento è Tesla, che fino ad oggi ha utilizzato batterie Panasonic ma che sta cercando nuovi fornitori. Probabilmente perché ha subodorato da tempo l'intesa Panasonic-Toyota.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail