Guida in stato di ebbrezza: nessuna condanna se l'etilometro non è adeguato

L'omessa o la tardiva verifica periodica annuale dell'etilometro utilizzato per accertare lo stato di ebbrezza non consente di affermare la responsabilità penale.

Guida in stato di ebbrezza: nessuna condanna se l'etilometro non è adeguato

Il GIP di Pordenone tramite sentenza numero 454/2018 ha assolto un automobilista concludendo così il procedimento penale aperto per guida in stato di ebrezza aggravata da sinistro stradale per aver abbattuto un cartello stradale dopo essere uscito fuori strada.

Il consulente tecnico dell'imputato è riuscito a dimostrare l'inaffidabilità dell'accertamento dell'etilometro impiegato durante il controllo in quanto nel libretto in dotazione allo strumento si evinceva la mancanza della verifica periodica annuale e, quando eseguita, era stata effettuata dopo la scadenza prevista. In poche parole l'etilometro utilizzato non era affidabile e quindi non consentiva di giungere, al di là di ogni ragionevole dubbio, ad affermare la responsabilità penale dell'incauto automobilista.

Come ci ricorda il sito studiocataldi.it, l'omessa o la tardiva verifica periodica annuale dell'etilometro utilizzato per accertare lo stato di ebbrezza non permette di affermare la responsabilità penale. E per il giudice la carente manutenzione dello strumento si traduce in "un'ineludibile approssimazione dei dati dallo stesso rilevati".

  • shares
  • Mail