Volvo: la V40 sarà sostituita da un SUV-Coupé

Secondo le ultime indiscrezioni, il gruppo svedese starebbe pensando di sostituire la più piccola della famiglia V con un SUV coupé di medie dimensioni, così da accontentare un mercato sempre più ghiotto di veicoli rialzati.

Volvo V40

La Volvo V40 potrebbe, in un prossimo futuro, essere sostituita da un nuovo SUV coupé di medie dimensioni. Questo, nei prossimi tre anni, sembra infatti essere il progetto dell'azienda svedese: per migliorare le vendite e per adeguare i modelli al processo di elettrificazione verso cui il gruppo sembra intenzionato a investire.

A dare conferma a queste indiscrezioni, è Lex Kerssemkers manager Volvo per l'Europa che, intervistato dal sito inglese Autocar, ha chiaramente specificato l'intenzione di sostituire la V40 con un modello rialzato da terra, e quindi più vicino all'idea di SUV. "Abbiamo bisogno di qualcosa- ha dichiarato il manager- di più creativo, per questo abbiamo deciso di non presentare una nuova generazione di V40".

Il nuovo modello è stato descritto come rialzato rispetto alla V40, di modo da poter offrire una maggiore versatilità oltre al fatto che questo tipo di struttura permette con maggiore facilità l'elettrificazione del veicolo. E in Volvo sembrano voler garantire nel prossimo futuro una versione a zero emissioni per ogni modello della gamma. "Non possiamo lanciare sul mercato un'automobile che non sia predisposta per ospitare batterie e motore elettrico" ha ammesso Kerssemkers.

La V40 è l'ultima auto di Volvo a non sfruttare le piattaforme CMA o SPA, in grado di ospitare motorizzazioni Diesel e benzina, così come soluzione ibride ed elettriche. La hatchback svedese è costruita sulla base piattaforma C di Ford, sviluppata ormai nel lontano 2003.

Kerssemkers commenta la decisione di interrompere la produzione di V40 quest'anno sostenendo che "non possiamo permetterci di aspettare troppo tempo prima di introdurre il nostro nuovo veicolo. Il rischio di perdere mercato nel nostro segmento è concreto e noi vogliamo continuare ad dire la nostra e ad essere competitivi".

Nel 2018, le V40 vendute nel mondo sono state 77.587, con un tracollo del vendite pari al 23% rispetto al 2017. Per contro la xC60 ha raggiunto le 189.456 unità mentre per la XC40 sono attese vendite superiori ai 150.000 veicoli nel 2019. Molti clienti hanno infatti deciso di spostarsi dalla V40 verso la XC40, confermando così la tendenza dei consumatori a privilegiare i SUV in qualunque loro dimensione e versione.

Nonostante il mercato sembra sempre più dominato da SUV e crossover, in Volvo credono ancora che le serie 60 e 90 in versione berlina e station wagon possano comunque trovare il favore di una certa clientela: "continueremo a offrire questo tipo di vetture- ha concluso Lex Kerssemkers- perchè crediamo che possano essere ancora richieste dal mercato".

  • shares
  • Mail