Sicurezza: diminuiscono in Italia gli incidenti stradali

Secondo i dati elaborati dall'ACI e dall'ISTAT, i primi sei mesi del 2018 hanno registrato un calo per quanto riguardo i sinistri stradali sia con feriti che con vittime, rispetto allo stesso periodo del 2017.

Polizia

La sicurezza stradale in Italia, sembra, a quanto dicono i dati elaborati da ACI e ISTAT, in leggero miglioramento. Secondo l'Automobile Club d'Italia e l'Istituto nazionale di statistica, infatti, i primi sei mesi del 2018 hanno fatto registrare un calo nel numero di incidenti stradali avvenuti sulle nostre strade.

In particolare, gli incidenti con lesioni hanno subito un calo del 3%, stessa cifra per chi ha riportato ferite in un sinistro, mentre le vittime conseguenti a una disgrazia automobilistica sono scese dell'8%. Leggendo più attentamente i dati, è possibile rilevare come nel periodo dal 1 Gennaio al 30 Giugno scorso, il numero di incidenti stradali è stato 82.942, con una media di 460 episodi al giorno e 19 ogni ora.

Numeri comunque impressionanti che non hanno evitato una strage tra gli automobilisti: sono 1.480 i morti, circa 8 al giorno; 116.560 sono invece i feriti, che hanno fatto registrare 645 casi al giorno.Il calo più significativo delle vittime ha riguardato l'autostrada, con -15,7% di vittime sul totale, bene anche i dati relativi alle strade urbane (-8,3%) ed extraurbane (-7%).

Nel secondo semestre del 2018, analizzando i dati ACI, il tasso dei decessi dovuti a incidenti stradali è in media del 13% più elevato, così come un aumento del 4% è attestato anche nel numero di incidenti e di feriti. L'incremento di questi episodi, è dovuto al periodo estivo, che richiama sulle strade italiane un numero maggiore di automobilisti pronti a spostarsi per le vacanze.

Tra le principali cause di incidente rientrano l'eccesso di velocità, il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza e la distrazioni dovuta al proprio telefono cellulare. La Polizia, sempre nel periodo preso in esame dalla statistica relativa agli incidenti, ha somministrato rispettivamente 255.809, 47.736 e 21.766 contravvenzioni.

Dando un'occhiata ai dati di lungo periodo, è possibile notare come il numero di vittime della strada sia sceso del 25% rispetto al 2010 e addirittura del 55% rispetto al 2001. La statistica positiva finora registrata nei primi sei mesi del 2018, sembra rendere sempre più accessibile l'obiettivo europeo di riduzione delle vittime della strada del 50% entro il 2020.

  • shares
  • Mail