Da Montezemolo ancora un secco "no" alla Dino

Ferrari Dino - photoshop

Seccato dalla spy-story della Formula 1, stufo delle tante (troppe) speculazioni, Luca Cordero di Montezemolo ribadisce che non vi sarà un ulteriore modello basso di gamma: nessuna Ferrari Dino all’orizzonte, ma soltanto l’impegno a portare avanti una produzione mai così florida.

“All’interno del gruppo Fiat – afferma LCDM – vi sono delle precise gerarchie, le quali presuppongono che la Ferrari sia all’apice dell’intera gamma: non comprometteremo questo storico rapporto, anche perché così facendo rischieremo di rubare fette di mercato a Maserati e Alfa".

"Il nostro brand - prosegue Montezemolo - attualmente vende tutte le auto che produce, e l’introduzione di un modello più piccolo, oltre a diminuire il prestigio del marchio, allungherebbe ulteriormente le liste d'attesa: per alcuni modelli i nostri clienti devono pazientare per oltre 24 mesi, una nuova auto renderebbe la situazione ancora più ingestibile”.

C’è da fidarsi? Probabilmente sì, anche se il futuro presunto balzo verso l’alto della F430 genererà una impropria lacuna.

Via | eGMCarTech

  • shares
  • Mail
116 commenti Aggiorna
Ordina: