Ford torna a sorpresa all'utile nel secondo trimestre 2007


Era atteso per ieri il comunicato ufficiale sui risultati del secondo trimestre 2007, che avrebbe dovuto essere l'ottavo di fila con i conti in rosso, secondo quanto ci si aspettava da più parti. Nel primo trimestre Ford aveva già fatto registrare perdite per 282 milioni di dollari e fatto sapere che non prevedeva di tornare in nero prima del 2008.

Come non detto: i conti sono a sorpresa positivi, almeno secondo un aggiornato articolo del Washington Post riportato dal Corriere della Sera che ribalta tutte le aspettative maturate. Stando a quanto afferma l'autorevole testata statunitense infatti, dopo 21 mesi in rosso, il colosso di Detroit sarebbe tornato all'utile con ricavi pari a 750 milioni di dollari, complice però la cessione di Aston Martin. La Ford aveva chiuso il 2006 con un rosso spaventoso, addirittura di 12,7 miliardi di dollari e aveva terminato il secondo trimestre di un anno fa in perdita di 317 milioni di dollari. Il fatturato è inoltre salito a 44,2 miliardi di dollari dai 41,9 di un anno fa.

Tutto questo senza contare che il gruppo non ha terminato la grande campagna di illustri cessioni: oltre all'ormai famigerata vicenda di Jaguar e Land Rover (per i quali sembra essere in pole position il partner indiano della Fiat, Tata Motors), i vertici dell'azienda stanno studiando una non meglio precisata "revisione della strategia" per Volvo, che potrebbe contemplare anche l'ipotesi di vendita ventilata giorni fa dal Sunday Times. Insomma: sia Ford che GM stanno risalendo la china. E' effettivamente uno spiraglio o solo un fuoco di paglia?

  • shares
  • Mail
22 commenti Aggiorna
Ordina: