I segreti della Ferrari F430 Scuderia

Ferrari F430 Scuderia

Grazie ad prezioso amico, possiamo divulgare alcuni dati aggiuntivi in merito alla Ferrari F430 Scuderia, della quale per ora si sono viste le immagini ufficiali e poco altro. La presentazione, come sappiamo, avverà al Salone di Francoforte a Settembre, con la presenza di Michael Schumacher che, si dice, ha contribuito alla messa a punto di questa stupenda sportiva. Ferrari ha puntato come non mai sull'utilizzo sportivo di questa versione, pensata per i gentleman driver che portano la loro rossa in pista, nei week end.

Essa infatti deriva direttamente dalla F430 Challenge e non dalla normale F430 stradale: l'obiettivo è quello di un handling ulteriormente affinato e la massima leggerezza possibile. Il motore, come sappiamo, dichiara 510Cv ad 8500 giri ed una coppia di 470Nm a 5250 giri. Il limitatore è tarato a 8600 giri. La velocità massima è di 320km/h e per l'accelerazione 0-100km/h si parla genericamente di "inferiore ai 3,6 secondi".

Il peso totale di 1250kg a secco è distribuito per il 43% all'anteriore e per il 57% al posteriore, zona dove si è lavorato molto sull'aerodinamica: lo spostamento degli scarichi ha infatti consentito di maggiorare gli sfoghi d'aria e creare uno estrattore più grande e più efficiente. Per quanto riguarda l'assetto, coadiuvato da molle in titanio e da nuovi ammortizzatori alleggeriti a controllo elettronico, si è scelta una taratura molto sportiva, adatta anche alla pista, infatti è presente un tasto "SOFT" da utilizzare quando è necessario uno smorzamento meno secco sulle sconnessioni.

Ferrari F430 Scuderia Ferrari F430 Scuderia Ferrari F430 Scuderia

Importantissima l'integrazione del differenziale elettronico E-Diff con il nuovo controllo di trazione F1-Track. Le gestione di questi parametri, come anche le mappature delle 2 centraline motore (una per bancata Bosch ME 7.1.1), la velocità di cambiata fino a 60 ms ed il controllo di stabilità CST, sono affidati al nuovo manettino posto sul volante. Rispetto alla F430 stradale cambiano quindi le opzioni disponibili: sparisce l'impostazione neve/ghiaccio più blanda, si parte quindi da fondi sdrucciolevoli, passando poi per Sport, Race ed i nuovi CT barrato e CST barrato. In queste due ultime posizioni si lascia prima il solo controllo di stabilità e, come ultimo ed estremo Setup, si lascia tutto al totale controllo del pilota. Sempre in tema di elettronica, il cambio F1 con nuovo software, capace di cambiare in 60ms (tempo comprensivo di stacco e riattacco della frizione !) ha anche l'impostazione per il launch-control, che non verrà però attivata sul mercato Americano. Rimane la possibilità di utilizzare il cambio in modalità totalmente automatica.

Novità anche nel reparto freni, con materiale carboceramico di serie: gli anteriori misurano 398mmx36mm con pinze a 6 pompanti, mentre i posteriori sono 350mmx34mm con pinze a 4 pompanti. Le gomme, esclusivamente Pirelli PZero Corsa, misurano rispettivamente 235/35 19" e 285/35 19".

Anche gli interni, come abbiamo visto nei primi scatti ufficiali, sono stati oggetto di alleggerimenti. Domina la fibra di carbonio, con una trama disponibile in 4 colori: grigio, nero, rosso e giallo. Questi colori definiscono anche il rivestimento dei sedili ed il colore delle cuciture a vista nell'abiltacolo. Per i rivestimenti è disponibile l'alcantara, la pelle, ambedue optional, mentre di serie viene utilizzato un tessuto tecnico di colore grigio scuro. In questo modo è possibile realizzare ambienti molto diversi, eleganti o racing, come già era possibile con la F360 Challenge Stradale. Il cruscotto ha perso il cassetto portaoggetti, sostituito da una rete sul tunnel centrale, mentre i sedili sono stati sostituiti con nuovi stupendi elementi con struttura in carbonio e regolazioni esclusivamente manuali. Al momento dell'ordine sarà possibile scegliere la misura del sedile anatomico: small, medium o large. Il pavimento interno è in alluminio grigio a vista, mentre i panelli porta sono in fibra di carbonio, anche qui con piccole reti porta oggetti. Persino il contagiri è personalizzabile, con fondo giallo o rosso.

Ferrari F430 Scuderia Ferrari F430 Scuderia Ferrari F430 Scuderia

Tra gli equipaggiamenti di serie, nonostante la ricerca spasmodica del risparmio di peso, troviamo il climatizzatore automatico, i vetri elettrici, i fari bi-xeno, gli specchietti elettrici, il compressore per l'eventuale riparazione d'emergenza dei pneumatici e l'impianto d'allarme.

Lunga anche la lista degli optional: cinture di sicurezza a 4 punti, roll bar omologato (non negli Stati Uniti), livrea da competizione (immaginiamo si tratti delle strisce decorative), verniciatura su campione, verniciatura delle pinze freno, contagiri a led sulla corona del volante, colori extra serie per gli interni, targhetta personalizzata per gli interni, radio con navigatore e sistema bluetooth, caricatore CD, cavo per I-Pod, estintore di bordo e controllo della pressione gomme. Allo studio anche altri accessori, ancora non disponibili, ma di sicuro effetto: set di valigie personalizzato, particolari interni ed esterni in fibra di carbonio a vista, verniciature per i cerchi e persino un casco speciale griffato F430 Scuderia.

Voci di corridoio parlano di meno di 1000 esemplari previsti, da qui al 2009, con le prime consegne ad inizio 2008. Il prezzo di circa 200.000 € non scoraggierà certo collezionisti ed appassionati, che sicuramente dovranno lottare per accaparrarsi un esemplare prima possibile.

  • shares
  • Mail
231 commenti Aggiorna
Ordina: