De Tomaso: in settembre all'asta

de tomaso

Dai due opposti capi del globo rispetto a noi (americani a ponente, cinesi a Oriente) sembra giungano forti manifestazioni di interesse per il marchio De Tomaso, ufficialmente in proncinto di andare in vendita all'asta (l'appuntamento è fissato per il prossimo settembre). Nonostante blasone e immobilizzazioni fossero stati messi in liquidazione già nel 2004, nessuno fino a questo momento si è dimostrato interessato a rilevare una delle più famose aziende italiane produttrici di auto (come poter dimenticare la Vallelunga? La Mangusta? La Pantera? E l'ultima Guarà?) per paura di azioni revocatorie.

Ora, tuttavia, il meccanismo che mette in moto, ufficialmente, l'asta pubblica di vendita è partito e non può più essere fermato. Secondo le stime, il valore complessivo di tutti i beni che verranno messi all'asta (marchio, terreni, capannoni) ha un valore compreso tra 2 e 12 milioni di euro.

Non possiamo che sperare avidamente che qualche appassionato si prenda l'incarico di sobbarcarsi l'onere dell'azienda fondata da Alejandro De Tomaso negli Anni 50 e, mosso da nuovo slancio vitale, le possa ridare linfa, nuova vita, nuova energia. E tutti possiamo rivedere una De Tomaso rombare su strada.

  • shares
  • Mail
32 commenti Aggiorna
Ordina: