Auto ibride: l'entusiasmo è in declino?

Toyota FT-HS Hybrid Sports concept al Salone di Detroit 2007


Secondo uno studio di J D Power, gli automobilisti (del mercato americano) interessati all'acquisto di una vettura ibrida (motore a benzina + motore elettrico) stanno diminuendo. L'indagine ha evidenziato che, attualmente, il 50% delle persone interessate all'acquisto di un veicolo sta considerando anche la possibilità di rivolgersi verso auto più rispettose dell'ambiente, contro il 57% di un analogo rilevamento effettuato l'anno scorso.

Le ragioni possono essere molteplici: sembra che tra i venditori ci sia molto più pragmatismo rispetto a qualche tempo fa, quando era molto più vivo l'entusiasmo per qualcosa di totalmente nuovo nel panorama automobilistico. Secondariamente, le auto ibride sono pressoché identiche alle versioni con il solo motore a benzina, quindi i potenziali clienti non sono poi così disposti a spendere più denaro per l'acquisto di un'auto che non renda un immediato appagamento anche visivo.

Alcuni dati: nel 2006, in un campione di persone tra i 16 e i 25 anni, il 73% sarebbe stato favorevole all'acquisto di un'auto ibrida. Nel 2007 la percentuale è scesa al 60%. Si è verificata, nello stesso tempo, la crescita della vendita delle vetture a gasolio. Nel calcolo del totale del venduto nel corso del 2006, le Turbodiesel erano solo il 12%. Attualmente, nel 2007, siamo al 23% (quasi il doppio).

Lo studio ha riguardato soprattutto l'opportunità economica di rivolgersi a una simile tipologia di vettura: i clienti, mediamente, erano disposti a spendere (in media) 2.400 dollari in più (1.700 euro al cambio di ieri) per una vettura ibrida se questo avesse portato a un aumento di percorrenza con un gallone di benzina (pari a 3,78 litri) di almeno 18,5 miglia (29,7 km). Ora, nell'ambito dei Turbodiesel, gli automobilisti si aspettano, pagando 1.500 dollari in più (1.084 euro) di percorrere almeno 15 miglia in più (24,1 km) per ogni gallone di gasolio.

Performance individuali: Toyota, nei primi sei mesi del 2007 ha venduto 94.503 vetture ibride (6 modelli a listino), in cui sono da considerare oltre 17.000 Prius e i risultati previsti per il futuro non sono incoraggianti. Honda ha deciso di smettere la produzione della Accord ibrida e anche la Civic sta registrando un calo di successo. Ford ha venduto solo 11.444 esemplari del suo SUV ibrido Escape. Nissan, dal canto suo, non sembra avere un approccio serio alla tecnologia ibrida: la sua Altima non è nemmeno importata ufficialmente sul mercato americano.

Quali le soluzioni al problema? Sicuramente la possibilità di ricaricare le batterie di un'auto ibrida con una normale spina da agganciare alla rete elettrica e in poco tempo, da un lato. Dall'altro c'è l'aspettativa che le auto ibride possano percorrere, con l'uso del propulsore elettrico, distanze sempre maggiori. Ma non pare uno scenario realizzabile a breve.

Honda Concept Small Hybrid Sports

  • shares
  • Mail
49 commenti Aggiorna
Ordina: