Blocco del traffico in Lombardia: proposta la scatola nera per limitare le emissioni

La proposta per perfezionare i provvedimenti antismog da parte dell'Assessore all'Ambiente: potrebbe essere attuata già dal 1° ottobre 2019, ma ci sono criticità.

blocco traffico

Lascia sempre più discutere la battaglia della Lombardia contro l’inquinamento. Infatti, oltre al blocco del traffico che prevede lo stop anche delle Euro 3, in vigore dal 1° ottobre 2018, potrebbe arrivare la scatola nera che non fa circolare chi inquina davvero. La proposta arriva dalla Regione Lombardia, che ha visto che a inquinare non sono solo le emissioni, ma anche i chilometri reali percorsi da ciascun veicolo.  “Se io blocco un’auto Euro 3 diesel che fa mille km e ne lascio circolare una Euro 4 che ne fa 50mila – ha spiegato l’assessore all’Ambiente, Raffaele Cattaneo - la seconda inquina più della prima, quindi occorre un meccanismo più equilibrato”.

Blocco del traffico in Lombardia: la proposta


assicurazione rc auto

L’idea è quella di utilizzare una scatola nera per misurare le percorrenze effettive, gli orari di utilizzo e le strade sulle quali avviene. Secondo l’assessore all’Ambiente Cattaneo, questo nuovo sistema potrebbe già partire da ottobre dell’anno prossimo, ma le difficoltà per attuarlo non sono poche.

Blocco del traffico in Lombardia: le difficoltà


I problemi per l’attuazione di questo sistema potrebbero sorgere sia dal punto di vista pratico, che giuridico. Infatti, ogni veicolo dovrebbe essere registrato in una banca dati specifica e questo non è previsto attualmente dal Codice della Strada. Bisogna poi tener conto dei non residenti, per i quali andrebbero differenziati i divieti. Inoltre, il Codice della Strada non prevede controlli automatici basati su dati rilevati dalla scatola nera, ma su telecamere. In più ad oggi non esiste alcuna garanzia sul corretto funzionamento e precisione di tutte le scatole nere in circolazione: non sono stati ancora emanati infatti decreti ministeriali sulle caratteristiche delle scatole nere ai fini della Rc auto.

Blocco del traffico in Lombardia: le deroghe


bloccotraffico.jpg

Per tutelare i cittadini delle categorie più svantaggiate, la Giunta ha approvato delle deroghe alla circolazione di alcuni veicoli diesel Euro 3. Potranno circolare veicoli appartenenti a persone con un ISEE inferiore a 14.000 euro, che abbiano compiuto il 70° anno di età, veicoli per traporti specifici e per uso speciale, veicoli appartenenti alle associazioni o società sportive e veicoli i cui proprietari siano in attesa di consegna di un’auto nuova. Secondo l’assessore la deroga potrebbe riguardare non più di 50.000 veicoli, che inciderà sulle emissioni totali in una quantità inferiore al 2%.

Blocco del traffico in Lombardia: gli incentivi


Bonus per le aziende che comprano mezzi nuovi meno inquinanti. Per fare ciò, è in previsione un ulteriore incremento di 500.000 euro da aggiungere ai 6 milioni di euro già stanziati che andranno a coprire il settore commerciale. Incentivi che per le vetture di tipo N1 e N2 arrivano fino a 6.000 euro. Per i privati bisognerà aspettare il 2019. Infatti, la Lombardia promette dei bonus ai privati che rottameranno auto vecchie e inquinanti a favore di quelle nuove.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail