Abarth Day 2018: maxi raduno con spettacolo e passione a Vallelunga

A Vallelunga si è svolto l'Abarth Day 2018: un raduno caratterizzato dal forte senso di appartenenza al Marchio dello Scorpione da parte dei partecipanti giunti da tutta Italia.

Pioggia, sole e vento ma soprattutto tanta passione: non mancava nulla all'Abarth Day 2018 di Vallelunga, il maxi raduno dedicato ai fan del brand dello Scorpione, che ha richiamato nel tracciato alle porte di Roma oltre 500 equipaggi giunti da ogni parte d'Italia. I partecipanti sono stati circa duemila. Tantissime le 595 presenti in tutte le versioni (Turismo, Pista, Competizione) qualche 695 (anche Fuoriserie, Rivale e Biposto) e parecchie Abarth 124 Spider. Tantissime personalizzate con tuning e wrapping di ottima fattura. Tra le vecchie glorie c'erano anche diverse Abarth Grande Punto, anche se una delle auto più fotografate in assoluto era una Fiat 131 Abarth Rally, mantenuta in condizioni tali da farla sembrare appena uscita dal concessionario.

Il programma era talmente fitto di attività che rendeva difficile passare qualche minuto senza far nulla: prove in pista libere e con istruttore, Rally Experience a bordo della Abarth 124 Rally pilotata da Nicolas Ciamin e test drive su strade aperte al traffico. Nell'area antistante ai box, dove sono state fatte confluire le auto di tutti i partecipanti con spazi riservati ad ogni Abarth Club, è stata allestita anche la fun-zone dove si è esibita la squadra di freestyle Motocross capitanata da Vanni Oddera, con delle evoluzioni che, nonostante il forte vento rendesse tutto più difficile, hanno lasciato il pubblico con il fiato sospeso.

Dopo qualche aggiustamento al programma da parte dell'organizzazione, dovuto principalmente alla grande affluenza e al tempo che a tratti suggeriva di rinviare di qualche minuto la scaletta degli eventi, si parte subito col botto. Un giro a bordo della Abarth 124 Rally guidata da Nicolas Ciamin, che partecipa al Campionato Europeo Rally con i colori della Milano Racing.

La 124 Rally presente è stata depotenziata a 200 CV (contro i 250 erogati in configurazione gara) per garantirne l'affidabilità nell'intera giornata. Salire a bordo e vedere da vicino la padronanza di un pilota di rally alla guida è sempre entusiasmante per il sottoscritto. Il rombo e la reattività dell'Abarth 124 Rally fanno il resto, e non è poco, anche se il giro è piuttosto breve per far vivere a tutti l'intensa esperienza. Dopo una breve pausa siamo finalmente sulla corsia dei box, dove ci attendono la 595 e la 124 GT per una serie di giri in pista.

Mi tocca prima la 595, che riesco a portare quasi al limite grazie al fatto che Vallelunga è uno dei pochi tracciati che conosco, ma soprattutto grazie ai puntuali consigli ricevuti da istruttori davvero bravi. La 595 è facile da guidare e mantiene bene la traiettoria nei curvoni lenti, rivelandosi molto stabile nella veloce "esse" dopo il rettilineo e nella staccata dei Cimini.

Leggermente più impegnativa, ma più appagante, la 124 GT, che ho fatto "smusare" leggermente nella curva Soratte e al tornantino prima di ricevere l'ennesimo buon consiglio dell'istruttore: "Qui non devi avere fretta col gas." La giornata si è conclusa con il test su strada dell'Abarth 124 Spider standard, che ha continuato a farmi divertire su strade aperte al traffico sebbene già la conoscessi, e con la bella parata finale dei partecipanti che hanno riempito il tracciato di Vallelunga.

L'Abarth Day sul circuito romano è stato l'ultimo di una stagione che ha riunito gli appassionati del brand dei più importanti Paesi europei nella stagione 2018: vista l'atmosfera respirata, di passione, di motori, di casino e sound proveniente dagli scarichi, c'è da augurarsi che l'inverno passi in fretta e che lo spirito rimanga tale anche nelle prossime edizioni.

  • shares
  • Mail