Auto elettriche Toyota: tornerà la MR2?

Secondo la stampa inglese Toyota starebbe pensando a far rinascere la mitica MR2 sotto forma di auto elettrica sportiva. Sarà vero?


auto elettriche toyota mr2
Il brand giapponese Toyota, oggi leader mondiale nelle tecnologie per le auto ibride, ha recentemente annunciato di aver aperto una divisione di progettazione anche per le auto elettriche. Uno dei futuri modelli di Toyota a batteria potrebbe essere una rinata MR2.

Lo ipotizza Autocar che, durante lo scorso Salone di Parigi, ne ha discusso con Matt Harrison, vicepresidente Sales and Marketing di Toyota Europe. Harrison ha detto ad Autocar che una MR2 elettrica è in "fase di discussione".

Si tratterebbe di una sorta di modello jolly, che esula dagli attuali piani di Toyota in fatto di macchine elettriche.


Secondo Harrison, infatti, il presidente Akio Toyoda vorrebbe far rinascere il trio dei "Tre fratelli": Supra, Celica coupé e MR2.

Come vi abbiamo già raccontato qui su Autoblog.it la Toyota Supra 2019 debutterà entro fine anno, mentre la Celica è stata sostituita dalla GT86 costruita insieme ai connazionali di Subaru.

Per ricomporre il trio manca solo lei, la MR2, fuori produzione dal 2009. Di un possibile ritorno di questo modello, ma in versione ibrida, si è parlato più volte: prima nel 2009, poi nel 2010, mai ufficialmente.


Una eventuale MR2 elettrica avrebbe il vantaggio di poter essere costruita (probabilmente a metà del prossimo decennio) sulla base della nuova Toyota New Global Architecture, la piattaforma progettata per adattarsi anche ai propulsori EV.

Un motore elettrico, grazie alle sue piccole dimensioni, potrebbe trovare posto dietro i sedili dell'auto rispecchiando l'ingegneria originale di questo modello: due posti secchi, motore centrale e trazione posteriore.

Il pacco batterie posizionato al centro del pianale in posizione ribassata potrebbe esaltare le doti sportive di questo modello, favorendo un baricentro basso e una equilibrata distribuzione dei pesi tra anteriore e posteriore.

In ogni caso non se ne parlerà prima di metà anni venti, perché al momento le batterie hanno una densità energetica troppo bassa e un peso troppo alto per una sportivetta di piccole dimensioni.

  • shares
  • Mail