GP Messico F1 2018: le pagelle della gara

Ecco le valutazioni del diciannovesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2018.

Nel Gran Premio del Messico Lewis Hamilton si laurea campione del mondo per la quinta volta in carriera, ma taglia il traguardo solo in quarta posizione. Sul gradino più alto del podio c'è Max Verstappen, autore di una splendida prestazione. Secondo Sebastian Vettel, che finalmente porta termine una gara senza commettere errori. Terzo Kimi Raikkonen, che approfitta dell'ennesimo ritiro stagionale di Daniel Ricciardo. Grazie alla competitività delle Red Bull, la corsa è stata molto vivace: tanti sorpassi, strategia diverse e colpi di scena.

Max Verstappen: voto 9


Il Messico gli porta decisamente fortuna: seconda vittoria consecutiva dopo quella dell'anno scorso. L'olandese si è dimostrato velocissimo sin dalle prove libere, ma gli è mancata la zampata vincente nelle qualifiche. Alla partenza approfitta della "dormita" del compagno di squadra Ricciardo, poi "tira una staccata" paurosa a Hamilton e si prende subito la prima posizione. Una volta al comando si mette a spingere come un forsennato, creando un gap incolmabile per gli avversari.

Sebastian Vettel: voto 8


Dopo i disastri dei Gran Premi precedenti, il tedesco della Ferrari porta a casa un buon secondo posto. Nelle prime curve si tiene lontano dai guai, poi inizia la sua rimonta superando in sequenza Bottas, Ricciardo e Hamilton. Recupera anche diversi secondi nei confronti di Max Verstappen, ma il distacco è troppo grande per essere colmato del tutto.

Kimi Raikkonen: voto 7,5


Dopo il successo nel Gran Premio di Austin, arriva un'altra buona prestazione per il finlandese che termina la sua gara in terza posizione. Il ferrarista è stato l'unico tra i top driver a fare una sola sosta, confermando ancora una volta di essere bravissimo nella gestione delle gomme. In Brasile e ad Abu Dhabi servirà il suo aiuto per cercare di far vincere alla Scuderia almeno il titolo costruttori.

Lewis Hamilton: voto 6,5


Gara difficile per Hamilton che termina in quarta posizione e per un pelo non viene doppiato. Tuttavia, nonostante il magro risultato in pista, l'inglese vince il suo quinto titolo mondiale; e questa è l'unica cosa importante. Durante la gara è stato bravo ad evitare duelli inutili che potevano rovinare la sua corsa. Ora gli mancano "solo" altri due titoli mondiali per raggiungere Michael Schumacher...

Valtteri Bottas: voto 5,5


Gara anonima per il finlandese che taglia il traguardo in quinta posizione, ma viene doppiato da Verstappen. Il pilota della Mercedes non è mai riuscito ad essere pericoloso durante tutto l'arco del weeekend. A metà Gran Premio ingaggia un duello con Raikkonen, ma và subito in difficoltà e commette un errore: a causa di un bloccaggio, finisce fuori pista.

Daniel Ricciardo: voto 7,5


Dopo il primo posto nelle qualifiche era al settimo cielo, ma i festeggiamenti sono durati troppo poco: il solito problema al propulsore lo ha costretto al ritiro, l'ennesimo della stagione. Peccato perchè, nonostante una pessima partenza, l'australiano stava facendo una gara stupenda. A questo punto bisogna sperare che riesca a completare almeno una delle prossime due gare prima di salutare la Red Bull per andare in Renault.

Nico Hulkenberg: voto 8


Termina in sesta posizione, esattamente come la scorsa settimana a Austin. Davvero un ottimo momento sia per lui che per il team Renault, peccato per lui che rimangano solo due appuntamenti prima della fine del Mondiale.

Kevin Magnussen e Romain Grosjean: voto 2


I due piloti del team Haas sono gli ultimi a tagliare il traguardo, doppiati rispettivamente di due e tre giri. Un weekend veramente da dimenticare: persino le due monoposto Williams, che durante la stagione sono state sempre il fanalino di coda del gruppo, li hanno preceduti. Il che è tutto dire...

  • shares
  • Mail