Marchionne: limiti CO2 Europei non sostenibili

Ieri Sergio Marchionne, in qualità di presidente della ACEA, ha presenziato ad una meeting del Kangaroo Group sul tema del mercato Europeo. Nell'occasione ha confermato i propri dubbi circa il limite di 130g/km di CO2 imposti dalla comunità Europea per il 2012. Nonostante l'impegno delle case costruttrici, nel decennio 1995-2005 si è raggiunto un miglioramento medio del 13% e la necessità di programmare per tempo le evoluzioni tecniche e di mercato non consentirà di ottenere apprezzabili risultati globali prima del 2015.

Il fatto di avere alcune versioni "pulite" non risolve il problema su vasta scala e, continua Marchionne, non saranno solo i costruttori a doversi adeguare: disponibilità di carburanti alternativi, controllo elettronico del traffico, tassazione mirata contro le emissioni ed anche un diverso stile di guida degli utenti saranno elementi cruciali per raggiungere gli scopi prefissati.

Via | Carkeys.co.uk

  • shares
  • Mail
94 commenti Aggiorna
Ordina: