Piloni autostrada A24: anche la Polizia sollecita i lavori

Dopo la denuncia dell’incuria dei piloni da parte del ministro Toninelli, anche la Polizia sollecita interventi sul tratto di A24-A25 incriminato.

Autostrada_Pedemontana_1

La polemica e i contrasti sul tratto delle autostrade abruzzesi, gestite da Strade dei Parchi, sul grave dissesto dei piloni dei viadotti, continua e coinvolge anche il corpo di Polizia, che, come riporta il Centro, non si sente al sicuro nello svolgere il proprio lavoro su quel tratto di strada.

Piloni autostrada A24: la denuncia del ministro


Risale a una decina di giorni fa il sopralluogo del ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli, che ha constatato di persona il grave dissesto in cui versano i piloni sui viadotti dell’autostrada dei parchi, arteria che collega Lazio e Abruzzo. Tuttavia, nonostante le preoccupazione del dicastero, il gestore autostradale non ravvisa le stesse criticità, ammettendo che le verifiche fatte non hanno mostrato problemi strutturali che possano mettere in dubbio la stabilità dei viadotti. Il contrasto tra l’ente e l’istituzione, si fa più aspro sulla questione dei fondi messi a disposizione per i lavori di ristrutturazione: secondo la società autostradale, il ministro ha dichiarato che si sarebbe impegnato a liberare i 192 milioni per la manutenzione straordinaria stanziati dopo il terremoto, che tuttavia non potranno essere messi a bilancio prima del 2021 perchè manca l’approvazione del PEF.


Piloni autostrada A24: le preoccupazioni della Polizia


Polizia

Ad intervenire sulle condizioni delle autostrade abruzzesi e sui dubbi relativi ai lavori di ristrutturazione, è anche la federazione sindacale della polizia di Stato, che attraverso una nota del segretario generale Valter Mazzetti sollecita interventi immediati per A24 e A25. Secondo il parere della Polizia, infatti, è a rischio la sicurezza di utenti e agenti in servizio e le misure adottato sino ad ora per contenere l’emergenza non sono sufficienti. Preoccupazione è emersa anche dall’associazione dei consumatori “Contribuenti Abruzzo”, che nella parole del presidente Donato Fioriti, accoglie con entusiasmo alla riunione che si terrà oggi Venerdì 26 Ottobre a l’Aquila tra tutti i prefetti. Approvazione per il vertice anche da parte di Confcommercio Abruzzo che ritiene l’incontro un’importante occasione per fare chiarezza su temi che hanno destato la preoccupazione dei commercianti, alla luce delle conseguenze economiche che una chiusura del valico potrebbe comportare a ridosso dell’apertura dei bacini sciistici e dell’inizio della stagione turistica.

A cura di: Tommaso Marcoli

  • shares
  • Mail