GP USA F1 2018: le pagelle di Austin

Ecco i voti del diciottesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2018.

Ad Austin ritrova il successo kimi Raikkonen: il finlandese non vinceva dal GP d’Australia del 2013. Secondo posto per uno strepitoso Max Verstappen, che partiva dalla diciottesima posizione. Terzo posto per Lewis Hamilton, che deve rinviare la festa per il quinto titolo mondiale alla prossima gara. La Ferrari trionfa in un circuito dove negli ultimi anni la Mercedes sembrava essere imprendibile, merito della singola sosta ai box e di un "Ice Man" in giornata di grazia. Grazie alle diverse strategia attuate dai top team, la corsa è risultata piacevole dalla partenza fino alla bandiera a scacchi.

Kimi Raikkonen: Voto 9



Già dalle qualifiche si capiva che era "in palla", ma forse un risultato del genere non se lo aspettava neanche lui. Il finlandese ha fatto una gara letteralmente perfetta e ha interrotto il digiuno di vittorie che durava da ben 5 anni. Una volta al comando è riuscito a tenere dietro Hamilton, costringendolo ad una strategia alternativa. Dopo il pit-stop si è messo a caccia dell'inglese, ma senza spingere troppo per non "stressare" le gomme. Infine, ha resistito al pressing di Verstappen. Vittoria sudata e meritata più che mai.

Max Verstappen: Voto 8,5



In Red Bull lo hanno aspettato a lungo, sono stati criticati per la gestione del pilota, ma alla fine hanno avuto ragione loro: ormai Verstappen è una certezza. Quest'anno l'olandese è salito sul podio 8 volte, un ottimo risultato se si considera il pessimo avvio di stagione. Oggi partiva dalla diciottesima posizione e termina al secondo posto, a soli due secondi dal primo, con una macchina inferiore alla Ferrari o alla Mercedes.

Lewis Hamilton: Voto 8



Arrivava da quattro vittorie consecutive e aveva un vantaggio rassicurante in classifica generale, ma nonostante questo ha battagliato fino all'ultimo con Raikkonen prima e Verstappen dopo. Si può tranquillamente affermare che ne esce comunque vincitore: infatti, guadagna punti nei confronti di Vettel e questa è l'unica cosa che conta. In Messico avrà un altro importante match point per chiudere i giochi e assicurarsi il quinto titolo mondiale.

Sebastian Vettel: Voto 5



Quarta posizione per il ferrarista, che ancora una volta è costretto ad una gara in rimonta per via di un contatto nei primi giri e per la penalizzazione rimediata in qualifica (3 posizioni sulla griglia). Mette una piccola toppa sorpassando Bottas sul finale, ma rimangono i tanti errori fatti da metà campionato in poi.

Valtteri Bottas: Voto 5,5



Al contrario di quanto visto nelle ultime gare, oggi il finlandese della Mercedes è sembrato abbastanza in difficoltà. Addirittura, nelle ultime tornate commette un errore banale e si fa passare ingenuamente da Vettel. Magari se non avesse perso tutti quei secondi per far sfilare in modo plateale il compagno di squadra...

Nico Hulkenberg e Carlos Sainz: Voto 8



In una pista come quella di Austin, ricca di lunghi rettilinei e curve veloci, ci si aspettava di vedere Force India e Haas insidiare la sesta e settima posizione. A sorpresa, invece, ecco spuntare la Renault con Hulkenberg e Sainz. Un risultato positivo, considerato le ultime prestazione della scuderia francese.

Daniel Ricciardo: Voto 7



Ancora una volta un problema tecnico lo ha fermato sul più bello. Peccato perchè era in una buona posizione e la vettura sembrava essere davvero molto competitiva. Non è strano che da quando l'australiano ha firmato per la Renault abbia tutti questi guasti?

  • shares
  • Mail