GP Giappone F1 2018: le pagelle di Suzuka

Ecco le valutazioni del diciassettesimo appuntamento del Mondiale di Formula 1 2018

Nel Gran Premio di Suzuka vince Lewis Hamilton, sempre più vicino alla conquista del titolo mondiale piloti. Seconda posizione per Valtteri Bottas, che ha semplicemente gestito le forze dall’inizio alla fine. Terzo posto per Max Verstappen, che riesce a rianimare anche i Gran Premi più noiosi. Ora sono 67 i punti che separano Hamilton dal rivale Vettel. Già dalla prossima gara, il brittanico avrà a disposizione un importante match point per chiudere i giochi.

Lewis Hamilton: Voto 10

Primo nelle FP1-FP2-FP3, primo in qualifica, primo in gara e, purtroppo per i tanti ferraristi, primo nel Mondiale. Weekend perfetto per l’inglese, che si appresta a vincere il suo quinto titolo personale, probabilmente quello più meritato.

Valtteri Bottas: Voto 8

In un weekend “tranquillo” come quello di Suzuka (movimentato solo dal buon Verstappen), al finlandese basta accodarsi al suo compagno di team per ottenere il massimo per lui e per la squadra: secondo posto e doppietta Mercedes.

Max Verstappen: Voto 7,5

Terzo piazzamento per l’olandese, a conferma di un momento di forma pazzesco. Unico neo della sua gara? Quando taglia la chicane finale, ma rientra in pista in stile kamikaze per “sbarrare” la strada a Raikkonen, che era proprio dietro di lui. Una “furbata” che gli è costata 5 secondi di penalità, scontati durante il primo e unico pit-stop.

Daniel Ricciardo: Voto 7,5

Finalmente una bella gara per il pilota australiano: taglia il traguardo in quarta posizione, pur essendo partito dalla quindicesima casella. Speriamo che, almeno per gli ultimi Gran Premi in calendario, la sfortuna gli dia tregua.

Kimi Raikkonen: Voto 6,5

Solamente quinto il finlandese della Ferrari. Un esito negativo figlio delle disastrose qualifiche e del contatto con Max Verstappen a inizio gara. Ormai per Kimi sono le ultime gare col gagliardetto del cavallino cucito sul petto prima di prendere in mano il volante dell’Alfa Sauber: al momento rimane l’ultimo pilota ad aver portato il titolo a Maranello.

Sebastian Vettel: Voto 5

Ancora un errore pesante per il tedesco: dopo una partenza perfetta, cerca un sorpasso rischioso su Verstappen, ma finisce in testacoda. Termina la gara in sesta posizione con una vettura visibilmente danneggiata. Ormai è svanita pure l’ultima flebile speranza di giocarsela fino alla fine con Hamilton per la conquista del titolo.

Kevin Magnussen: Voto 2

Sia a Sochi che a Suzuka, cambia pericolosamente traiettoria in frenata non appena si accorge di avere un avversario alle spalle. Questa volta ci ha pensato il karma però: a seguito del contatto con Leclerc (causato dalla scellerata manovra), fora la gomma ed è costretto a ritirarsi.

Carlos Sainz: Voto 6,5

Si prende la decima posizione e un punticino in un weekend non facile per la Renault, considerato le penalità ricevute e il ritiro di Hulkenberg. Poche gare e dovrà lasciare il posto a Ricciardo: siamo sicuri che all’interno del team abbiano fatto la scelta giusta con i piloti?

Fernando Alonso e Stoffel Vandoorne: Voto 4

Probabilmente se non si considerassero le Williams, sempre ultime a parte qualche sporadica occasione, si potrebbe definirli come il peggior team della stagione 2018: senza la power unit Honda, avrebbero dovuto fare un salto di qualità che, invece, non c’è mai stato. Oggi terminano in quattordicesima e quindicesima posizione solo grazie ai numerosi ritiri.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Formula Uno

Tutto su Formula Uno →