Continuano le stragi degli "impuniti della strada"

Incidente sabato seraAnche oggi tocca leggere titoli di giornale che fanno rabbrividire e fremere dalla rabbia: "Ubriaco investe e uccide una ragazza. Un giovane travolge 16enne che attraversava la strada. Gli avevano sospeso patente già 3 volte per guida in stato di ebrezza."

L'ultimo ritiro della patente dell'investitore era avvenuto pochi mesi fa, quando "era così ubriaco che non si era neanche accorto di aver investito una persona". Fermato dai carabinieri, ha sostenuto che "stava andando pianissimo", scatenando la rabbia dei presenti, soprattutto degli amici della vittima. L'arrivo di una seconda pattuglia dei carabinieri l'ha salvato dal linciaggio.

Quante altre volte dovremo leggere notizie del genere, o leggere dell'immediato rilascio dell'assassino che l'altro ieri ha ucciso tre bambini tamponandone l'auto ad altissima velocità ? Quanto alte dovranno levarsi le grida di indignazione e di rabbia prima che l'Italia smetta di essere il paese di impuniti, un paese in cui chi uccide in macchina torna tranquillamente al volante anziché stare dietro le sbarre di una galera ?

  • shares
  • Mail
456 commenti Aggiorna
Ordina: