Mercedes-Benz: Zetsche si ritira, al suo posto Källenius

Cambio al vertice del Gruppo Daimler. Dieter Zetsche lascia la carica dopo 12 anni. Lo svedese Ola Källenius nuovo presidente. Avvicendamento formale a maggio 2019

Mercedes-Benz

Grandi movimenti al vertice del Gruppo Daimler Mercedes-Benz. Dopo 12 anni Dieter Zetsche lascerà i suoi ruoli di presidente del Consiglio di amministrazione di Daimler AG e della divisione Mercedes-Benz Cars. Al suo posto subentrerà Ola Källenius. L'avvicendamento è stato deciso il 26 settembre dal Consiglio di sorveglianza. Tecnicamente si tratta di una proposta che tale organo porterà all'assemblea annuale degli azionisti che si riunirà il 26 maggio 2019, occasione in cui verrà formalmente votato il cambio di direzione, il quale sarà quindi operativo da quella data. Zetsche diventerà presidente del Consiglio di sorveglianza nel 2021, sostituendo Manfred Bischoff. Il mandato di Källenius durerà 5 anni. Si tratta di un passaggio di consegne all'insegna della continuità, poiché Källenius già da tempo era indicato come principale candidato alla successione.

Il futuro della Daimler ruoterà attorno alla colossale sfida verso la transizione alla mobilità elettrica, fonte di colossali investimenti ma potenzialmente in grado di generare profitti altrettanto giganteschi. Proprio in questo senso molti vedono la fondamentale operazione finanziaria avvenuta lo scorso febbraio, quando Li Shifu, fondatore della casa cinese Geely (proprietaria di Volvo e Lotus), ha acquisito il 9,69% del pacchetto azionario del gruppo tedesco, diventandone il primo azionista. Appare quindi naturale attendersi presto una certa convergenza fra i due colossi. Geely è il secondo costruttore della Cina.

 

Mercedes-Benz: i 12 anni di Dieter Zetsche


Mercedes-Benz

Un volto inconfondibile con quei baffoni, un personaggio-immagine come mai si era visto nella più che secolare storia della Mercedes, Dieter Zetsche si ritira dal vertice di una delle più prestigiose aziende automobilistche del mondo all'età di 65 anni. Nato nel 1953 ad Istanbul, si è laureato in ingegneria nel 1976 all'università di Karlsruhe. Lo stesso anno ha cominciato a lavorare alla Mercedes, allora Daimler-Benz, nella divisione ricerca e sviluppo. Ha ben presto avviato la sua carriera manageriale, arrivando nel 1989 alla presidenza di Mercedes-Benz Argentina e nel 1991 a quella di Freightliner.

Nel 1992 è diventato capo ingegnere della divisione sviluppo auto passeggeri; nel 1995 è entrato nel consiglio di amministrazione della divisione vendite. Nel 1999 è passato all'amministrazione dei veicoli commerciali e nel 2000 è stato eletto presidente e CEO (amministratore delegato) del Gruppo Chrysler (all'epoca appartenente a Daimler). Nel 2006 è stato nominato presidente (Chairman) dell'intero Gruppo Daimler, tenendo per sè anche la carica di capo di Mercedes-Benz Cars.

Nel corso di questi 12 anni il prezzo dell'azione Daimler è passato dai 44,86 euro del 2/1/2006 ai 54,74 del 25/9/2018. Nell'aprile 2015 l'azienda concluse uno spettacolare recupero dalla crisi finanziaria mondiale del 2008 distribuendo il più alto dividendo della storia (2,45 euro per azione). Nell'ultimo periodo hanno pesato le difficoltà sugli scenari internazionali e le trasformazioni tecnologiche imposte dalle normative, richiedenti ingenti investimenti in tempi abbastanza brevi. Ciò ha comportato aspettative di crescita inferiori a quelle di un anno fa. Dopo il secondo semestre 2018 Daimler AG ha registrato la vendita di 833.000 veicoli (+1% rispetto al 2017): di questi, 590.700 provengono da Mercedes-Benz Cars. Il fatturato è di 40,8 miliardi di euro (erano 41,2 nel secondo semestre 2017), l'utile netto di 1,8 miliardi (erano 2,5 nel Q2 2017). Anche la liquidità finanziaria netta ammonta ad 1,8 miliardi (erano 3).

 

Ola Källenius, l'uomo per il futuro della Daimler


Il successore di Dieter Zetsche, Ola Källenius, è nato nel 1969 in Svezia. Laureato in amministrazione aziendale a Stoccolma, è arrivato alla Daimler nel 1993. Dopo diversi anni alla Mercedes-Benz USA, dal 2000 ha ricoperto diversi ruoli gestionali nelle varie divisioni del Gruppo. Nel 2003 è stato direttore delle operazioni della McLaren Automotive. Nel 2009 è stato nominato presidente e CEO di Mercedes-Benz USA. Nel 2010 è diventato direttore amministrativo della Mercedes-AMG.

Nel 2013 è entrato nel consiglio di amministrazione della divisione vendite e marketing di Mercedes-Benz Cars, di cui dal 2017 guida anche la divisione ricerca e sviluppo. Ha detto di lui Zetsche dopo l'annuncio del cambio al vertice: "Ola Källenius ha guadagnato non soltanto il mio rispetto ma anche il riconoscimento dei suoi colleghi in diverse aree. Allo stesso tempo apporta una preziosa prospettiva internazionale. Quindi accolgo con molto piacere la decisione del Consiglio di sorveglianza".

  • shares
  • Mail