Dazi auto, Trump minaccia ancora: 25% sulle auto europee

Non è affatto terminata la guerra commerciale tra USA e UE nel settore automotive: il presidente Trump parla nuovamente di dazi auto del 25%.


trump dazi auto ue
La guerra commerciale tra USA e UE è tutta nel settore auto. Parola di Donald Trump, quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti e assai probabilmente il più antieuropeista di sempre. Nel corso di un appuntamento elettorale in West Virginia il presidente Trump è tornato a tuonare: dazi auto del 25% per i veicoli importati dall'Europa.

Tuttavia le dichiarazioni di Trump non combaciano al 100% con quelle rilasciate martedì dal segretario al Commercio Wilbour Ross, che in una intervista al Wall Street Journal ha dichiarato che i dazi non arriveranno a breve.

Questo perché lo studio del Dipartimento del Commercio sulle conseguenze di tali dazi sull'economia americana non è ancora pronto (non verrà quindi pubblicato a fine agosto, come inizialmente previsto) e perché, nel frattempo, si sono intensificati i negoziati con l'UE, il Messico e il Canada.


Neanche un mese fa, infatti, Trump e il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker avevano firmato la pace commerciale tra USA ed Europa. Ma, come vi documentammo a fine luglio, la tregua commerciale interessava solo i prodotti "non auto".

In molti sperarono che quei negoziati avrebbero instaurato clima più sereno nei rapporti USA-UE, ma Trump come al solito preferisce stupire piuttosto che deludere. Deludere i suoi elettori, ovviamente.

Così Trump è tornato a dire, nel corso dell'incontro elettorale, che il mese scorso a Juncker ha annunciato che gli USA imporranno i dazi del 25% sulle auto europee perché la guerra commerciale "è tutta sulle automobili".


Non ci sono al momento altre affermazioni ufficiali della Casa Bianca sulla questione dazi auto, né Trump ha ancora twittato in merito.

E' probabile che il presidente americano abbia tirato fuori la questione per motivi elettorali (era pur sempre un comizio), ma non è escluso che Trump abbia intenzione di tenere alta la tensione su questo argomento per tornare a fare pressione sull'Unione Europea e negoziare, alla fine, un accordo più favorevole per gli USA.

Anche perché, nel frattempo, l'UE ha stretto uno storico accordo anti dazi con il Giappone che porterà, gradualmente nei prossimi 8 anni, all'eliminazione totale delle tariffe al commercio di automobili tra l'Europa e il paese asiatico.

  • shares
  • Mail