Opel GT X Experimental: il SUV del futuro [Video]

La casa tedesca svela un concept per un SUV compatto elettrico che anticipa il design di tutte le proprie vetture dei prossimi anni


Il presente e l'immediato futuro nel mondo dell'automobile sono i SUV. Opel GT X Experimental è un concept, un prototipo che anticipa le idee della casa tedesca per i SUV compatti che produrrà nei prossimi anni, non solo dal punto di vista del design.

Perché questa è un'auto elettrica. I piani della Opel prevedono infatti che entro il 2024 tutti i modelli prodotti avranno una versione alimentata a batterie. Per quanto riguarda le dimensioni, Opel GT X Experimental è un SUV adatto alla città, dati i soli 4.063 mm di lunghezza (larghezza 1.830 mm, altezza con antenna 1.528 mm). Il passo di 2.625 mm consentirà un'abitabilità di buon livello.

L'accesso ai sedili posteriori sarà facilitato dall'apertura controvento delle portiere di seconda fila, unitamente all'assenza del montante centrale, una tendenza stilistica andata sempre più affermandosi nei concept degli ultimi anni. Tutte e quattro le portiere inoltre si aprono a 90 gradi.

Un altro dettaglio futuristico riguarda maniglie delle portiere e specchietti retrovisori esterni: non ci sono, perlomeno non come le intendiamo di solito. Gli specchietti sono sostituiti da telecamere a scomparsa applicate sulla linea gialla ai lati del cofano; non vengono fornite informazioni sul meccanismo di apertura delle portiere, se a sfioramento oppure con altro sistema a scomparsa simile a quello delle telecamere. Tutto ciò rende l'estetica della vettura molto pulita ed essenziale.

Un altro tema che anticipa il design di tutte le Opel future si trova all'anteriore e nella coda. Si chiama "Bussola Opel": tutti gli elementi stilistici vengono disposti lungo due assi che s'incrociano sul classico Blitz, il simbolo del lampo. L'asse orizzontale è caratterizzato dalle tipiche luci diurne a forma di ala; l'asse verticale è sottolineato dalla linea al centro del cofano e dalla sporgenza sul paraurti, proprio sotto al Blitz.

Lo stesso tema è proposto in coda; in questo caso la linea verticale parte dal centro del paraurti e prosegue idealmente fino all'antenna a pinna. Molto particolari anche i cerchi con disegno ad incavo, decorati da linee gialle ai bordi che richiamano la lunga linea che scorre lungo i montanti della carrozzeria. L'insieme di luci, telecamere e sensori all'anteriore costituiscono un modulo unico che prende il nome di "Vizor Opel". Infine il lungo tetto panoramico, il parabrezza e i cristalli laterali formano un insieme continuo.

Gli interni del SUV Opel GT X Experimental richiamano l'idea di pulizia visiva evidenziata all'esterno. L'ampio cruscotto è anch'esso un modulo unico come il Vizor; cioè un solo schermo che racchiude tutte le informazioni necessarie. Pulsanti e leve sono un ricordo del passato. L'esigenza stilistica di avere delle superfici uniformi ha portato i progettisti perfino a collocare le bocchette di areazione dietro allo schermo. Due piccoli display ai lati visualizzano le immagini delle telecamere che sostituiscono gli specchietti.

Non viene detto un gran che sul sistema di propulsione, oltre al fatto che il motore sarà elettrico. Viene solo specificato che le batterie al litio avranno una capacità di 50 kWh e permetteranno la ricarica induttiva (la corrente si trasferisce da una piattaforma alla batteria tramite il campo magnetico, senza usare cavi). Per quanto riguarda la tecnologia, Opel evidenzia che questa vettura disporrà di guida assistita di livello 3: l'auto è in grado di gestire tutti gli aspetti della guida ma il conducente deve sempre essere in grado d'intervenire.

  • shares
  • Mail