Audi ed Ericsson lavorano alla fabbrica connessa in 5G

Il produttore tedesco di auto e quello svedese di elettronica per le telecomunicazioni annunciano una collaborazione per portare il 5G nella smart factory.


audi-ed-ericsson-lavorano-alla-fabbrica-connessa-in-5g.jpg
Una fabbrica smart, connessa ed efficiente: è questo l'obbiettivo della collaborazione appena annunciata tra Audi e Ericsson. Le due aziende lavoreranno, in particolare, sulla connessione 5G all'interno di fabbriche sempre più robotizzate.

La fabbrica del futuro, infatti, avrà pochi operai e molti robot e queste macchine dovranno dialogare tra loro e con i server centrali dell'impianto produttivo scambiandosi grandi quantità di dati.

Spiega Frank Loydl, Chief Information Officer di Audi: "La fabbrica completamente connessa avrà un impatto significativo sulla produzione del futuro. Una potente architettura di connessioni che possono rispondere in real time è di importanza decisiva per noi. Insieme al nostro partner Ericsson stiamo testando le opportunità fornite dalla tecnologia 5G per le applicazioni industriali nelle fabbriche intelligenti".


Tali test verranno svolti all'interno della fabbrica Audi di Gaimersheim (Ingolstadt, Germania), dove è stato creato un vero e proprio "Audi Production Lab" in cui vengono replicate le operazioni eseguite dai robot nel normale programma di produzione delle automobili Audi.

Erik Ekudden, Chief Technology Officer di Ericsson, aggiunge altri dettagli su questa collaborazione: "Ericsson sta già portando avanti programmi sull'industria connessa in 5G in tutto il mondo, per aiutare i costruttori a incrementare la produttività e creare nuove opportunità di business. Questo progetto è una grande opportunità per capire cosa è possibile fare quando introduciamo il 5G in un ambiente produttivo automobilistico, per rendere realmente possibile una produzione smart e wireless".


Ma perché tutto questo interesse delle industrie verso il 5G? Rispetto all'attuale 4G il futuro standard è non solo più veloce e in grado di trasportare più dati contemporaneamente, ma ha anche una latenza (cioè tempi di risposta tra una "chiamata" e una "risposta" di dati) molto inferiore.

Ma, soprattutto, il 5G è più affidabile del suo predecessore e questo lo rende utile in ambienti, come quello automotive, dove i robot non si devono fermare mai.

  • shares
  • Mail