La guida autonoma rivoluzionerà il Regno Unito?

Il Governo di sua Maestà presenta i piani per la mobilità del futuro e il sotto segretario ai Trasporti sogna un paese completamente diverso.


Big Ben in London, United Kingdom


Il futuro della mobilità passa da auto elettriche, car sharing, guida autonoma e auto volanti e sarà un futuro completamente diverso dal presente in cui viviamo. Parola di Jesse Norman, parlamentare UK sotto segretario al Ministero dei Trasporti e ministro delle strade del Gabinetto di sua Maestà nel giorno in cui il governo del Regno Unito ha presentato il nuovo piano per la mobilità del futuro.

"Spostarsi in UK potrebbe diventare completamente diverso con l'introduzione di veicoli volanti o con la massiccia diffusione delle auto che si guidano da sole, il tutto mentre i dati aiutano a migliorare gli spostamenti - spiega il Ministero in una nota - E il potenziale incremento dei veicoli a guida autonoma e del car sharing potrebbero anche permettere di rimuovere la maggioranza dei parcheggi nei centri cittadini, liberando spazio per interventi di riqualificazione e potenzialmente per centinaia di migliaia di nuove abitazioni".

La visione del Governo Uk, quindi, guarda molto lontano e non è per nulla campata in aria. Già diversi mesi fa, ad esempio, vi abbiamo raccontato dei nuovi studi sulla mobilità negli Stati Uniti secondo i quali i classici parcheggi di fronte le villette a schiera americane potrebbero sparire, abbassando i costi per metro quadrato delle abitazioni.


I politici che guardano avanti, quindi, stanno iniziando a delineare le città del futuro nelle quali i veicoli condivisi che si guidano da soli e non stanno mai fermi (perché hanno in continuazione qualcuno da andare a prendere nel punto X e lasciare nel punto Y) cambiano profondamente lo stile di vita dei cittadini e ridisegnano i centri urbani.

"Siamo all'inizio di un cambiamento emozionante e profondo nel modo in cui persone, beni e servizi si muovono in tutto il paese - commenta Norman - Ciò potrebbe portare benefici significativi alle persone in tutto il paese e presenta enormi opportunità economiche per il Regno Unito, con vendite di veicoli autonomi che varranno fino a 52 miliardi di sterline entro il 2035".

Poi Norman, da buon politico, rivendica quanto fatto dal suo Governo: "I nostri programmi di incentivi Last Mile e Future of Mobility testimoniano soltanto una parte dei nostri sforzi per trarre il meglio da queste opportunità".

Nel frattempo le grandi città del Regno Unito iniziano la loro rivoluzione verso l'elettrificazione dei mezzi circolanti e nuove forme di trasporto pubblico. A Londra è in arrivo una flotta di autobus elettrici e sono già iniziati i test delle auto a guida autonoma.

  • shares
  • Mail