Accordo Daimler-Baidu su guida autonoma e connessa

Daimler Mercedes integrerà la tecnologia Baidu nel suo sistema MBUX e parteciperà allo sviluppo piattaforma Apollo per la guida autonoma.


daimler-baidu-guida-autonoma.jpg
Il costruttore auto Daimler e la compagnia tecnologica Baidu hanno annunciato la firma di un memorandum di intesa per potenziare la collaborazione sino-tedesca nel settore delle auto a guida autonoma e della connettività a bordo dei veicoli.

Daimler è stata uno dei primi partner europei che ha aderito alla piattaforma open source Apollo, la tecnologia Baidu per la guida autonoma che assai probabilmente il Governo cinese sceglierà come standard da adottare alle auto senza conducente che potranno circolare in Cina.

Dopo l'ok ricevuto a giugno Daimler ha iniziato i test con le auto a guida autonoma (livello 4) dotate di hardware e software Apollo in Cina ai primi di luglio.


Dieter Zetsche, capo del CdA di Daimler e numero uno di Mercedes-Benz Cars commenta: "La guida autonoma e la connettività stanno facendo progressi in Cina ad un ritmo mai visto prima e il nostro successo dipenderà non solo dallo stare al passo con questi trend, ma dal guidarli. Daimler e Baidu già hanno una partnership forte in questi due campi e la firma di questo memorandum segna una nuova pietra miliare nella cooperazione tra le due aziende".

Gli fa eco Robin Li, CEO di Baidu: "Nell'era dell'intelligenza artificiale e dei big data, l'industria automobilistica si evolverà in base ad una logica completamente differente - dall'integrazione verticale a un ecosistema basato su piattaforme - rendendo questo un momento ottimale per i costruttori globali e le tech companies per lavorare insieme e approfondire la cooperazione nella creazione di un ecosistema intelligente".

Nella pratica questo accordo si tradurrà anche nell'integrazione di alcune tecnologie di connettività di Baidu all'interno del sistema MBUX delle nuove Mercedes vendute in Cina.

  • shares
  • Mail