Attestato di Rischio Dinamico: obbligatorio dal 1° Agosto 2018

Il nuovo attestato di rischio conterrà maggiori informazioni rispetto all'attuale, soprattutto sui sinistri tardivi.

Assicurazioni auto


Dal prossimo 1° Agosto, per tutte le compagnie assicurative sarà obbligatorio il nuovo attestato di rischio dinamico, secondo quanto disposto dall'IVASS, l'istituto di vigilanza sulle assicurazioni. In sintesi, il documento che certifica il comportamento alla guida dell'assicurato negli ultimi cinque anni conterrà anche le informazioni sugli incidenti non denunciati o denunciati in ritardo.

Il nuovo attestato di rischio dinamico punta a mettere in evidenza i cosiddetti sinistri tardivi, i quali non compaiono sull'attestato di rischio attuale, soprattutto in caso di cambio della compagnia. Il sinistro tardivo è spesso denunciato dopo oltre un anno, nonché pagato dalla compagnia negli ultimi 60 giorni di contratto RC Auto o dopo la scadenza. Non comparendo nell'attestato di rischio attuale, determina errori di calcolo nei contratti Bonus Malus.

Per garantire la massima sicurezza nell'assegnazione della giusta classe di merito è stato istituito anche il codice IUR, acronimo di Identificativo Univoco di Rischio. Questo codice personale, differente per ciascuno veicolo dell'assicurato, consentirà di ricostruire l'attestato di rischio che sarà identificabile per tutte le compagnie.

Inoltre, con il nuovo attestato di rischio dinamico, grazie al codice IUR, è automatica la procedura di recupero delle informazioni sui sinistri tardivi. Con l'aggiornamento automatico dei dati, l'assicurato che ha denunciato il sinistro tardivo può valutare, in base al contratto RC Auto stipulato, se subire il malus oppure riscattare il sinistro con il pagamento dei danni all'assicurazione.

  • shares
  • Mail