Toyota presenta il catamarano a idrogeno a Venezia

Si chiama Energy Observer il catamarano a idrogeno che Toyota ha portato a Venezia per mostrare la tecnologia che sta alla base della Mirai.



Energy Observer è il nome scelto da Toyota per il primo catamarano a idrogeno al mondo presentato il 13 e 14 luglio a Venezia, nel corso dell'Hydrogen Experience Event. Questo catamarano può navigare a zero emissioni di CO2 e e di altri inquinanti ed è autosufficiente grazie all'uso di pannelli solari e mini eolico abbinati alla tecnologia a celle di combustibile idrogeno Toyota.

Il catamarano farà il giro del mondo, toccando 50 paesi e 101 porti, per sperimentare a fondo la tecnologia di cui è dotato ma anche per fare da ambasciatore alla visione di mobilità di Toyota. Tanto che, insieme al catamarano, a Venezia il costruttore giapponese ha portato anche la Mirai.

Prodotta nella fabbrica di Motomachi, vicino Yokohama in Giappone, questa auto a idrogeno è dotata del Toyota Fuel Cell System (TFCS): un motore molto più efficiente dei vecchi propulsori a combustione interna, abbinato a nuovi pacchi di celle e serbatoi di idrogeno ad alta pressione prodotti da Toyota stessa.

La Toyota Mirai non è ancora in vendita sul mercato italiano (lo sarà a partire dal 2019) ma è già commercializzata in altri paesi europeiGran Bretagna, Francia, Norvegia, Svezia, Belgio e Germania. "L'idrogeno rappresenta una risorsa irrinunciabile che rientra nella nostra visione della mobilità sostenibile per il prossimo futuro" ha dichiarato Mauro Caruccio, Amministratore Delegato Toyota Motor Italia.

"Abbiamo rappresentato, in questi anni, presso le Istituzioni nazionali e locali, a seguito del recepimento della Direttiva Dafi, il valore di questa scelta strategica per il nostro Paese, ottenendo importanti risultati - continua Caruccio - Nel 2019 inizieremo in Italia la commercializzazione di Toyota Mirai, la nostra prima berlina alimentata con questa risorsa, che rappresenta una la soluzione tecnologica più avanzata di Toyota verso la mobilità a zero emissioni".

  • shares
  • Mail