Nuova Pininfarina: Battista è il nome della PF0

Scelto il nome ufficiale per la Pininfarina PF0, si chiamerà Battista come omaggio al fondatore dell'azienda di Moncalieri. La prima hypercar elettrica del marchio è in produzione nello stabilimento torinese di Cambiano. Confermato l'esordio al salone di Ginevra 2019

Questa volta il teaser è un ordinario telo ma conta quello che è stampato sopra, a parte l'auto che sta sotto. Infatti mostra il nome della nuova Pininfarina: Battista. La hypercar elettrica fino ad ora nota col nome di progetto PF0 dunque si trasforma in un formale omaggio al fondatore di una fra le carrozzerie più celebri e rinomate al mondo, azienda che ora ha deciso di compiere il grande passo verso la trasformazione in costruttore completo, sebbene di nicchia. La casa di Moncalieri ha confermato che la presentazione della Pininfarina Battista avverà in anteprima mondiale a marzo, durante il salone di Ginevra 2019. Il nome scelto per la vettura non poteva effettivamente essere un altro. Rispecchia infatti pienamente il grande sogno di Battista Farina, soprannominato Pinin e che in età matura decise di cambiare formalmente il proprio cognome in Pininfarina: "Sogno di vedere un giorno sulle strade una gamma di automobili col nome Pininfarina". Unico nome, poiché come disegno della carrozzeria questa firma ha vestito le auto più belle del mondo a partire dagli anni '50.

 

Nuova Pininfarina Battista: video e altre immagini



Rilasciate col contagocce, per creare l'attesa, comunque arrivano ulteriori informazioni sulla Pininfarina PF0, hypercar elettrica, primo modello della neonata Automobili Pininfarina, marchio creato dalla storica carrozzeria italiana. Intanto sono state diffuse nuove foto teaser, anticipazioni. In una vediamo Paolo Pininfarina, presidente della Pininfarina Spa, accanto alla PF0 vista dalla coda. In un'altra intravediamo le linee della vettura. E' anche interessante dare un'occhiata al video di questa pagina, in cui possiamo ascoltare i commenti (in inglese ma i sottotitoli sono in inglese) di Luca Borgogno, direttore del design di Automobili Pininfarina, e Nick Heidfeld, ex pilota di Formula 1 attualmente impegnato nello sviluppo della vettura italiana.

Pininfarina PF0: Borgogno e Heidfeld parlano della hypercar


Perché la Pininfarina PF0 è indubbiamente italiana, nonostante la sede societaria sia a Monaco di Baviera; infatti lo sviluppo è in corso nello stabilimento di Cambiano (Torino), dove avverrà la produzione definitiva per l'uscita sul mercato prevista per il 2020, mentre al salone di Ginevra 2019 ci sarà la presentazione ufficiale. Abbiamo anche notizie legate al design. La filosofia alla base di tutte le prossime vetture della casa torinese avrà il nome di Pura: prestazioni sostenibili.

Queste sono le parole di Luca Borgogno nel video: "Automobili Pininfarina esiste per realizzare il sogno di Battista Pininfarina. La PF0 è la massima espressione del design italiano e della sua inventiva. Questa nuova hypercar è il picco del design di Pininfarina; esprime purezza, bellezza e rarità. Nel mondo delle auto ad alte prestazioni, il blu è il nuovo colore".

E questo è il commento di Nick Heidfeld: "Attualmente non esiste la tecnologia per raggiungere la potenza che noi vogliamo far provare ai clienti della PF0. Semplicemente, non è possibile raggiungere quasi 2.000 cavalli in una GT di lusso omologata per la circolazione stradale tramite un motore a combustione interna. Questa hypercar presenterà progressi al vertice della performance e l'energia elettrica è il futuro".

Pininfarina PF0: le prime immagini di agosto


Un frammento alla volta, la Pininfarina PF0 viene svelata a piccole dosi, in attesa del debutto ufficiale di questa hypercar elettrica, programmato per il salone di Ginevra 2019. Durante la recente Monterey Car Week, la rassegna californiana di contorno al tradizionale concorso di eleganza di Pebble Beach, la PF0 è stata anticipata in forma di concept (prototipo) ad un ristretto e selezionato pubblico di potenziali acquirenti.

E' quindi stata diffusa la prima fotografia vera della vettura, dopo i bozzetti. Vediamo solo parte della coda, i lunghi fanali che seguono l'intera sagoma fino allo sdoppiamento al centro. Già questo piccolo dettaglio lascia intravedere qualcosa di molto intrigante. Lo staff della casa ha giudicato con successo la risposta degli invitati all'anteprima, rilevando ampio interesse.

Il salone di Ginevra 2019 inaugurerà l'attività come costruttore completo della storica azienda che ha disegnato molte fra le auto più belle della storia. Automobili Pininfarina, questo il nome della società, produrrà nella fabbrica di Cambiano (piccolo comune torinese fra Chieri e Moncalieri) una serie limitata della PF0 a partire dal 2020.

Foto e bozzetti della PF0 sono essenzialmente dei teaser, delle anticipazioni che stuzzicano la curiosità. Ma ciò che queste immagini lasciano intravedere è sufficiente per ritrovare quella bellezza assoluta tipica di innumerevoli automobili carrozzate dalla Pininfarina negli 88 anni della sua storia. Abbiamo a che fare con una coupé dalle linee morbide e moderne. Non c'è un alettone posteriore.

Il carico verticale quindi sarà ottenuto esclusivamente incanalando in modo ottimale i flussi d'aria sotto il fondo della vettura. Sono visibili le appendici aerodinamiche all'anteriore e ai lati. Dobbiamo per forza di cosa attenderci, anche se non si vede da queste immagini, un imponente estrattore in coda.

Automobili Pininfarina: le persone-chiave


Per quanto riguarda la struttura aziendale, il ruolo di direttore di prodotto della Automobili Pininfarina è affidato a Paolo Dellachà. E' un ingegnere con una lunga esperienza in Ferrari, Maserati e Alfa Romeo. Va a completare lo staff tecnico accanto al direttore del design Luca Borgogno. L'amministratore delegato è invece Michael Perschke. Automobili Pininfarina è controllata dalla Pininfarina Spa, a sua volta controllata dal gruppo indiano Mahindra.

Il direttore del design di Automobili Pininfarina, Luca Borgogno, ha commentato: "Il nostro obiettivo per gli esterni della PF0 è di progettare una vettura meravigliosa e senza tempo sotto ogni punto di vista e gli interni sono altrettanto essenziali. I valori Pininfarina di eleganza e semplicità ci offrono la fantastica opportunità di distinguerci dalla maggior parte delle vetture sportive e delle hypercar attualmente sul mercato".

Infine il sito web americano Motor Authority riporta una conversazione tenuta con Perschke in cui viene anticipato che Automobili Pininfarina programma di costruire quattro modelli entro il 2025, sempre a propulsione elettrica. Sulla PF0, il dirigente sottolinea che le batterie verranno collocate nel tunnel centrale e non sul fondo, per non togliere a pilota e passeggero la sensazione di guidare un'auto quasi da corsa data dal fatto di sedersi molto in basso. Questa hypercar dovrebbe essere prodotta in circa 150 esemplari. Invece dopo la PF0 arriverà un SUV, il cui design sarà ispirato alla Ferrari Daytona.

  • shares
  • Mail