Assicurazioni auto: aumentano le tariffe

Secondo una rilevazione del comparatore Segugio.it i preventivi RC auto nel primo semestre 2018 mostrano prezzi più alti, interrompendo la discesa degli ultimi anni

Assicurazioni auto

Negli ultimi mesi assicurare l'auto costa di più. Secondo l'osservatorio sulle assicurazioni auto compilato dal sito comparatore di polizze Segugio.it secondo i preventivi richiesti dagli utenti, la RC auto, la polizza obbligatoria, è salita nel primo semestre 2018 rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, dopo diversi anni di cali.

L'aumento non è eccessivo in percentuale, tuttavia per chi i soldi deve sborsarli è sempre tanto. Infatti il miglior prezzo per una polizza RC auto rilevato dalla media dei preventivi salvati dagli utenti (best price nel gergo tecnico) è di 440 euro, +0,8% rispetto al semestre precedente. Ma guardando il solo mese di giugno 2018 arriviamo a 455 euro. Invece dal 2012 al 2017, rilevazioni a fine anno, si era scesi da 579 a 436 euro.

Importi sempre nettamente più bassi di quella che invece è la media nazionale delle tariffe effettive RC auto, pari a circa 800 euro nel primo semestre 2018. Quindi effettuare comparazioni tra le varie compagnie continua ad essere molto importante, infatti il risparmio medio è calcolato il 366 euro. Il 23% degli utenti riesce ad ottenere un risparmio superiore al 50%. La quota maggiore di utenti, il 50%, ottiene un risparmio tra il 10 e il 25%.

L'aumento delle tariffe in questo periodo stona se confrontato con altri due dati, le cui variazioni sono sempre molto ridotte: sono aumentate le persone che non hanno effettuato sinistri negli ultimi 5 anni (85,35% contro 84,69%); è diminuita la percorrenza media degli automobilisti (il 62,76% ha percorso fino a 10.700 Km annui contro il 63,67%). Quindi le tariffe della RC auto sono salite anche se sono diminuiti danni e rischi.

Un altro elemento di maggiore spesa assicurativa per gli automobilisti deriva dall'aumento del valore per assicurare l'auto nuova. La media è 24.500 euro, in leggero aumento. Di conseguenza aumentano le richieste di aggiungere le garanzie furto e incendio e accessorie: il 23,3% contro il 22,9%. In particolare aumenta la percentuale di chi chiede kasko o minikasko, 3,4% contro 2,97%.

Insomma, per le assicurazioni si spende sempre di più.

  • shares
  • Mail