Red Bull Soapbox Race 2018, a Roma la gara di auto più pazza del mondo

Tutto pronto a Roma per la Red Bull Soapbox Race 2018, la gara dove vince chi arriva prima, ma è anche creativo!

Mentre sul circuito Paul Ricard saranno le monoposto di Formula 1 a darsi battaglia nella gara francese del Mondiale, più o meno alla stessa ora sull’inedita pista romana di Villa Borghese saranno ben altri i bolidi ad attirare l’attenzione dei curiosi. Parliamo delle auto che daranno vita alla “Red Bull Soapbox Race 2018”, quello che potremmo definire il GP “più pazzo del mondo”.

Dopo l’edizione torinese di quattro anni si torna quindi in Italia, proprio a Roma - l’appuntamento è fissato dalle 12 di domenica 24 giugno nel polmone verde della Capitale per eccellenza: Villa Borghese.       

Ma cos’è la “Red Bull Soapbox Race”? Di fatto si tratta di una bizzarra gara alla quale partecipano “bizzarri” team, “bizzarri” piloti e - soprattutto - “bizzarre” auto. Un originalissimo Gran Premio ad ingresso aperto e rigorosamente gratuito, rivolto a piloti amatoriali di automobili realizzate a mano e obbligatoriamente senza motore. Spazio quindi alla creatività, anche perché il fine resta quello di una qualsiasi competizione: vince chi impiega meno tempo a "chiudere il giro”. Per farlo si può quindi contare sulla miglior “trazione” possibile: gambe e braccia sembrerebbero quindi le benvenute. 

Pertanto, le vetture sono idea e progetto del tutto unici, frutto della fantasia dei piloti o dei componenti dei team. La gara si svolge su una discesa di 500 metri, piena di ostacoli da evitare e curve “da cavalcare". Il risultato quindi è esilarante, con tanto di spettacolari possibili collisioni. Ma non è sufficiente impiegare il minor tempo possibile per tagliare il traguardo, occorrerà anche stupire un’apposita giuria per la spettacolarità del mezzo, per i costumi e la creatività messa sul campo! “Apposita” giuria che assegnerà i punti extra ad ognuno dei 70 team partecipanti, composta dallo Chef Rubio, Yelenia Buccaro di Radio 105, Giulia Penna (star del web) e Fabio di Giannantonio (pilota in Moto3).

Se vi capita quindi di essere a spasso per la verde Villa Borghese e vedete un’auto a forma di banana sbandare tra una curva e un cordolo, non date la colpa al caldo: è la Red Bull Soapbox Race 2018. 

  • shares
  • Mail