Tesla: la prima Gigafactory europea sarà in Germania?

Quella in Nevada è completata per il 30%, quella a Shanghai è stata confermata, ma già se ne prevede una terza nel Vecchio Continente.

Un primo piano di Elon Musk

Dopo aver annunciato la costruzione della prossima Gigafactory di Tesla a Shanghai, Elon Musk torna sull’argomento per discutere della posizione geografica di un’ipotetica fabbrica europea. In particolare, il CEO della società americana ha scritto su Twitter: "La Germania è una scelta di primo piano per l'Europa. Forse sul confine franco-tedesco avrebbe senso, vicino ai paesi del Benelux".

Come sempre, questa affermazione non è casuale: infatti, la divisione “Grohamm Engineering”, specializzata in sistemi di produzione automatizzati (che ha avuto un ruolo fondamentale nel recente potenziamento della produzione della Model 3), si trova proprio nelle vicinanze. Non solo Tesla però, anche la “CATL” (Contemporary Amperex Technology Co. Limited) è intenzionata a costruire le proprie batterie nel land tedesco della Turingia.

Per chi non lo sapesse, una Gigafactory è uno stabilimento dove vengono prodotte batterie e nel quale sono presenti anche linee di assemblaggio per veicoli elettrici. Secondo Elon Musk, queste strutture sono fondamentali per ridurre il costo delle batterie e, di conseguenza, il prezzo finale delle auto a marchio Tesla.

La prima di queste fabbriche, che prende il nome di Gigafactory 1, è attualmente in fase di costruzione in Nevada e si stima che la capacità annuale di produzione delle batterie sarà di 35 gigawattora (1 GWh ­= 1 miliardo di kwh). Una buona parte del merito va al partner Panasonic, che ha stanziato oltre 3 miliardi di dollari per la sua realizzazione.

  • shares
  • Mail