Guida autonoma: Volvo e Luminar, insieme per lo sviluppo della tecnologia LiDAR

volvo.jpg

Volvo, che all'inizio del 2018 aveva annunciato la nascita di un fondo per investimenti nel campo della tecnologia a guida autonoma, ha da poco inaugurato una collaborazione con Luminar, l'azienda che produce LiDAR ad alte prestazioni. Si tratta del primo investimento del fondo, ma non è ancora dato di sapere a quale cifra.

La tecnologia LiDAR è molto usata dai costruttori che si stanno cimentando nella realizzazione di auto a guida autonoma e anzi, per la maggior parte di questi (ad esclusione di Tesla), LiDAR è fondamentale per lo sviluppo degli AV. La tecnologia in questione si basa sulla raccolta di milioni di impulsi laser 'sparati' ogni secondo e sulla misurazione del tempo che impiegano a rimbalzare e quindi a tornare indietro: informazioni che, una volta ottenute, consentono di costruire una mappa 3D della realtà circostante.

Luminar, l'azienda scelta da Volvo, usa invece una parte diversa dello spettro di luce infrarossa, si serve solo di due laser e consente una percezione degli oggetti fino a 250 metri di distanza. Tutto questo, oltre al vantaggioso prezzo di vendita cui viene offerto, lo ha reso agli occhi della casa svedese un affare da non lasciarsi sfuggire. Non si tratta, però, di una collaborazione a titolo esclusivo - infatti Luminar ha già all'attivo una partnership con Toyota - , quindi qualora Volvo dovesse trovare di meglio, potrebbe mollare l'azienda americana. Questa eventualità, almeno per il momento, sembra difficile: Luminar, infatti, non sta lavorando solo alla tecnologia LiDAR, ma anche allo sviluppo di un software in grado di interagire direttamente con il sistema di AI dell'auto, così da aiutarlo a distinguere tra quei 'punti' che rappresentano, ad esempio, un anziano col deambulatore e quelli che invece segnalano un bidone della spazzatura.

“I loro sensori LiDAR hanno superato in prestazioni quelli che noi abbiamo testato nei nostri laboratori” ha commentato Zaki Fasihuddin, CEO del Fondo Tecnologico di Volvo Cars. La sperimentazione di questi partirà sulla flotta di veicoli che la casa svedese ha nella sede di Mountain View.

Non solo Volvo e non solo Luminar: anche Argo AI che lavora per Ford nello sviluppo della tecnologia autonoma, ha infatti comprato un costruttore di LiDAR chiamato Princeton Lightwave; così come General Motors, che ha puntato su Strobe. Waymo, invece, ha puntato su se stesso, investendo anni e milioni di dollari nello sviluppo di un sistema tutto suo. E ancora Baidu che ha investito su Velodyne e BMW che si è lanciata in una doppia partnership con Magna e Innoviz.

  • shares
  • Mail