Alfa Romeo: il ritorno di 8C e GTV

L'annuncio durante la presentazione del prossimo piano industriale FCA solletica la fantasia degli appassionati. Saranno due vere supercar ibride

Nuove Alfa Romeo

Gli innumerevoli appassionati della marca Alfa Romeo avranno sentito un brivido positivo nella schiena quando il 1° giugno è stato annunciato dai massimi dirigenti del gruppo FCA, durante il Capital Markets Day, che entro il 2022 torneranno su modelli di produzione due nomi dal sapore estremamente gustoso: 8C e GTV.

Naturalmente il grosso dei volumi di vendita delle nuove Alfa Romeo arriverà dal comparto dei SUV, dove lo Stelvio verrà affiancato da due modelli che andranno a coprire i segmenti E (grandi dimensioni) e C (medio-compatti). Le future versioni di Giulietta e Giulia (quest'ultima avrà anche una versione a passo lungo esclusiva per il mercato cinese) manterranno la presenza tra le berline. Ma Alfa Romeo deve anche avere un modello sportivo puro, è nel DNA stesso della marca. La 4C ha avuto l'onore di riportare il brand in questo settore, pur con tutte le sue prerogative speciali. Ma la leggerissime coupé e spider con questo nome sono troppo estreme per poter proseguire in un mondo troppo normativamente rigido.

Quindi dopo una supercar in miniatura arriveranno due supercar pesi massimi, in senso di potenza, non di chilogrammi; essi sfrutteranno i motopropulsori ibridi che la nuova strategia di elettrificazione ha tracciato. Ecco allora Alfa Romeo 8C. Un nome che ci riporta alla coupé 8C Competizione di una decina d'anni fa, stupenda e rara. Ma soprattutto alle leggendarie vetture da corsa e stradali degli anni Trenta, quelle che hanno dominato nei gran premi e nelle competizioni stradali come Mille Miglia e Targa Florio, oltre che alla 24 ore di Le Mans.

Nuove Alfa Romeo

La nuova Alfa 8C si preannuncia straordinaria. Secondo quanto annunciato il 1° giugno da Tim Kuniskis, capo del brand Alfa Romeo, questa coupé avrà un telaio monoscocca in fibra di carbonio, un motore a benzina in posizione centrale, biturbo e presumiamo V8 (perché il numero 8 nel nome dovrà pur avere anche un significato tecnico); fin qui siamo nella tradizione, carbonio a parte, basti pensare all'altrettanto mitica 33 Stradale. Ma la novità assoluta per una vettura del biscione è l'aggiunta di un motore elettrico, questo montato sull'asse anteriore. Per questa vettura ibrida plug-in viene annunciata una potenza di sistema superiore a 700 cavalli, oltre ad un'accelerazione da 0 a 100 Km/h inferiore a 3 secondi.

Non finisce qui. Perché nel prossimo quinquennio vedremo anche una nuova Alfa Romeo GTV. Questa sigla (Gran turismo veloce) ci riporta agli anni Settanta e Ottanta e alla mitica Alfetta GTV, coupé disegnata da Giugiaro che ancora oggi fa voltare la testa. Bando alla nostalgia perché la prossima GTV la testa la farà girare dalle vertigini, leggendo i numeri appena annunciati. Questa sarà una coupé a quattro posti con motore a benzina montato anteriormente. L'assistenza elettrica viene chiamata E-Boost, non sappiamo se ci si riferisce ad un sistema mild hybrid oppure solo ad un turbocompressore azionato elettricamente invece che dai gas di scarico, oppure ad entrambi. Viene invece specificato che la nuova Alfa GTV avrà trazione integrale e un bilanciamento dei pesi al 50% fra i due assi. La potenza massima superiore ai 600 cavalli fa venire l'acquolina in bocca.

  • shares
  • Mail