Fiat Punto: addio dopo 25 anni di carriera

Ad agosto, con l'addio alla Fiat Punto, si chiuderà un capitolo della storia dell'auto italiana lungo 25 anni.

Fiat Punto - Addio

Con l'annunciato stop delle linee produttive nello stabilimento SATA di Melfi, si chiude un capitolo della storia motoristica italiana iniziato 25 anni fa, quando la Fiat Punto raccolse l'onere di sostituire un altro modello iconico del brand italiano, la Fiat Uno.

La chiusura dello stabilimento prevista ad agosto mette il "punto" su un modello storico, a suo tempo tra i più popolari in Europa con oltre 9 milioni di esemplari prodotti. Fu eletta auto dell'anno nel '94, ma il suo anno d'oro è stato il 1997, quando in Europa fu preferita anche alla Golf. L'addio alla Punto non è, tuttavia, del tutto inaspettato: l’ipotesi della sua definitiva dismissione aveva già preso corpo lo scorso anno, quando fu annunciato lo spostamento all'estero della produzione dei modelli meno profittevoli di Fiat.

Al momento è da escludere una sostituzione la Argo, la Punto brasiliana di nuova generazione da poco lanciata nel mercato locale. Le nuove linee guida di FCA, che da domani conosceremo molto più dettagliatamente, prevedono infatti solo Panda e la famiglia 500.

Nel 1993, l'anno del debutto, la Punto venne equipaggiata inizialmente con i motori a benzina Fire 1.1 e 1.3 litri, seguiti poco dopo dal 1.6 l. da 88 cv e 1.4 l. turbo da 133 cv, sempre a benzina. Le versioni turbodiesel arrivarono nel 1997, col 1.7 da 57 e 71 cv.

  • shares
  • Mail