24 ore di Le Mans: Aston Martin pronta a difendere il titolo

La casa britannica affronterà una concorrenza numerosa e formidabile. Vettura tutta nuova e piloti esperti per tentare il bis nella classe GTE Pro

24 ore di Le Mans

La vera competizione alla 24 ore di Le Mans quest'anno si sposterà verso le classi minori, poiché in LMP1 Toyota correrà solo contro il tempo: arrivare al traguardo significherà vincere certamente, non esistendo altri avversari vicini al suo livello. La lotta invece sarà come sempre serrata nei prototipi di classe LMP2. Ma è nella GTE Pro che si potrà vedere la vera battaglia tra costruttori, quella che è venuta a mancare nella classe regina. Ford, Ferrari, Porsche, Corvette e ora anche BMW che torna dopo parecchi anni. E Aston Martin. La casa inglese si prepara nella difficile impresa di difendere il successo conquistato lo scorso anno in extremis, dopo un sorpasso all'ultimo giro al termine di uno stupendo duello con la Corvette.

Tutta nuova la macchina, nome completo Aston Martin Vantage GTE. Telaio in alluminio, motore Mercedes-AMG V8 4.0 biturbo, sviluppato e ottimizzato dai tecnici di Gaydon. Aggiungiamo cambio sequenziale Xtrac a sei rapporti, ammortizzatori Ohlins a 5 vie, freni Alcon e gomme Michelin.

Due le vetture iscritte. Col numero 95 prenderanno il via alla classica della Sarthe i veterani Darren Turner, Nicki Thiim e Marco Sorensen. Sull'auto numero 97 si alterneranno al volante Jonny Adam, Maxime Martine Alex Lynn.

  • shares
  • Mail