Guidare ubriachi: rubano auto, tamponano e scappano

Due pregiudicati a Rieti hanno provocato un incidente mentre fuggivano dopo il furto di una Panda. Ubriaco e drogato il conducente

polizia_auto.jpg

Ma la tanto strombazzata legge sull'omicidio stradale non avrebbe dovuto, fra le sue innumerevoli virtù, abbattere il fenomeno della pirateria stradale, cioè quelli che scappano dopo aver provocato un incidente? E non avrebbe dovuto anche mettere un freno alla guida in stato di ebbrezza o sotto effetto di droghe? Invece le cronache raccontano senza sosta di casi di questo tipo, una vera e propria piaga. L'ultimo è accaduto il 22 maggio a Rieti. Qui si tratta di criminali di professione: due pregiudicati con una lunga lista di precedenti hanno rubato un'auto, una Fiat Panda, dandosi poi ad una fuga spericolata, attirando l'attenzione dei passanti, i quali hanno avvisato le forze dell'ordine.

Nel frattempo i due hanno tamponato un'auto con due donne a bordo, rimaste ferite. Chiaramente i delinquenti sono scappati, dirigendosi verso Roma. Una pattuglia della Polizia stradale li ha intercettati. La forte pioggia ha reso più difficile bloccare i fuggitivi senza creare ulteriori pericoli. Chiesta assistenza, una pattuglia dei Carabinieri si è aggiunta all'inseguimento, così i ladri sono stati fermati.

Il conducente era in evidente stato di ebbrezza e alterazione dovuta all'uso di stupefacenti. Tra l'altro, guidava anche con la patente revocata. I reati di cui i due dovranno rispondere sono furto aggravato e omissione di soccorso. Quello che si trovava al volante ovviamente dovrà anche rispondere per guida sotto l'effetto di sostanze alcoliche e stupefacenti, oltre che di guida con patente revocata.

  • shares
  • Mail