Aston Martin DB11 AMR: cavallo di razza (inglese)

In questa versione, la granturismo inglese raggiunge quota 639 CV e 700 Nm.

L’Aston Martin ha presentato la DB11 AMR: la versione più “hardcore” della sportiva inglese. Si tratta del terzo modello del brand, dopo Vantage AMR e V12 Vantage AMR Pro, a fregiarsi di questa particolare sigla distintiva.

Lunga 4,75 metri e larga quasi 2, l’auto presenta alcune componenti, tra cui lo spoiler anteriore e le calotte degli specchietti, in fibra di carbonio. Il telaio è stato rivisto e irrigidito, mentre il nuovo scarico ha il compito di riprodurre la colonna sonora dal propulsore. Si può scegliere tra quattro colorazioni diverse, di cui una in edizione limitata a soli 100 esemplari in tinta “Stirling Green”.

Completano il pacchetto estetico i cerchi in lega da 20 pollici, gommati con pneumatici da 255/40 all’anteriore e 295/35 al posteriore. Come da tradizione Aston Martin, gli interni sono curati in ogni dettaglio: pelle e Alcantara dominano l’abitacolo con l’aggiunta di pregiate finiture in CFRP.

La strumentazione si tiene “d’occhio” tramite il display digitale da 12.1”. Il sistema infotainment, invece, si gestisce mediante il display touchscreen da 8”. Sotto il cofano della gt britannica scalpita un motore V12 di 5,2 litri da 639 CV e 700 Nm di coppia, abbinato a un cambio ZF a otto rapporti.

Il canonico passaggio zero-cento viene coperto in 3,7 secondi e la velocità massima si attesta a 334 km/h. La DB11 AMR è in vendita al prezzo di 218.595 euro (prezzo valido per la Germania), con le prime consegne previste per quest’estate.

 

 

 

  • shares
  • Mail