Lamborghini: la Centenario richiamata negli USA

L’NHTSA ha disposto il richiamo per la Lamborghini Centenario a causa di un errore sull’indicazione dei limiti di peso.

Dopo Aventador e Veneno è la Lamborghini Centenario a finire sotto la lente d'ingrandimento della severissima NHTSA, che ha annunciato il richiamo degli undici esemplari presenti sul suolo statunitense per sistemare un problema banale. Si tratterebbe infatti solo di correggere un’inesattezza sull’indicazione dei limiti di peso, che indicherebbe un valore superiore a quello reale.

Secondo l'NHTSA, ovvero l’agenzia governativa statunitense per la sicurezza stradale, ciò potrebbe portare a un involontario sovraccarico del veicolo da parte del conducente, facendo aumentare il rischio di guasti alle sospensioni o alle gomme e, di conseguenza, di incorrere in qualche incidente. Il rimedio è ovviamente semplice: basta sostituire l’etichetta di certificazione. I pochi e fortunati clienti statunitensi della Centenario hanno già a disposizione tutti i riferimenti per procedere con il richiamo.

La Lamborghini Centenario è una versione a tiratura limitata a soli 40 esemplari (20 roadster e 20 coupé) prodotta fra il 2016 e il 2017 per celebrare i cento anni dalla nascita del fondatore della casa di Sant'Agata Bolognese, Ferruccio Lamborghini. Inutile sottolineare come i 40 esemplari siano andati subito esuariti nonostante il prezzo non esattamente accessibile: 1.75 milioni di euro tasse escluse.

La Centenario vanta una versione aggiornata del propulsore V12 già visto sulla Aventador, con una potenza di 770 cavalli, per prestazioni da record: lo scatto da 0 a 100 chilometri viene coperto in appena 2.8 secondi mentre la velocità massima è superiore ai 350 chilometri all'ora.

  • shares
  • Mail