Volkswagen Ducati: possibile uno scorporo

Il CEO del gruppo Volkswagen Herbert Diess non esclude uno spin-off del brand motociclistico italiano acquisito nel 2012 dalla Lamborghini

Volkswagen Ducati

A più riprese negli ultimi tempi è emersa per poi essere accantonata l'ipotesi che il gruppo Volkswagen potesse vendere la Ducati. Nulla si può escludere, tuttavia il nuovo CEO della galassia tedesca, Herbert Diess, ha annunciato che piuttosto si potrebbe pensare ad uno spin-off del celebre marchio motociclistico italiano. Lo ha detto durante l'odierna assemblea annuale degli azionisti.

Per la precisione il neo-nominato amministratore delegato del gruppo, il quale poche settimane fa ha preso il posto di Matthias Müller, ha dichiarato: "Per quanto riguarda i marchi che non appartengono al nostro core-business, come Ducati, Renk e Man, progetteremo delle prospettive sostenibili per il futuro. Sono concepibili anche strategie di spin-off".

Diess non è andato oltre. Per spin-off s'intende la strategia finanziaria di separare un determinato brand dal gruppo, rendendolo una società completamente autonoma. A volte tale operazione prelude ad una cessione; è invece più frequente la scelta di quotare in borsa la nuova società, in modo da aumentarne considerevolmente il valore. L'esempio recente più noto in campo automobilistico riguarda lo scorporo della Ferrari dal gruppo FCA.

La Ducati è entrata a far parte del gruppo Volkswagen nel 2012, formalmente acquisita dalla Lamborghini. Il modello di punta della produzione attuale è la 1299 Panigale, mentre la squadra corse è impegnata in Superbike e soprattutto MotoGP, dove sta ottenendo risultati di notevole rilievo.

  • shares
  • Mail