Formula 1: nuovo regolamento per il 2019

La nuova stagione è iniziata da pochissimo e già si pensa ad alcuni cambiamenti per la prossima, con un occhio al 2021.

formula-1-gp-azerbaijan-2018-ricciardo-verstappen.jpg

“La Formula 1 di oggi non è divertente come quella di una volta”. Alzi la mano chi ha già sentito una frase del genere da qualche suo amico nostalgico. Effettivamente c’è stato un periodo in cui i Gran Premi erano abbastanza noiosi e privi di sorpassi ma, con l’introduzione dell’ala mobile (DRS) e “giocando” con le mescole delle gomme, le cose ormai stanno cambiando: vedere il GP di Baku per credere.

Nonostante questo, sono state annunciate alcune variazioni nel regolamento della prossima stagione per favorire lo spettacolo. D’altronde Liberty Media, la nuova proprietà della F1, è americana; e loro di spettacolo se ne intendono.

Sulle monoposto del 2019 l’aereodinamica sarà semplificata in modo tale da agevolare i sorpassi. In primis, verrà sostituita l’ala anteriore, composta da più di 300 pezzi, con una decisamente più semplice. Poi saranno bandite le alette che canalizzano i flussi nella presa d’aria dei freni. Infine, l’ala posteriore crescerà di dimensioni: più alta, più larga e con un effetto del DRS ancor più efficace.

Queste modifiche sono state pensate per risolvere un problema lamentato da tutti i piloti, ovvero la difficoltà di rimanere nella scia delle macchine che precedono mentre si affrontano le curve.

Un altro vantaggio potrebbe essere quello della tanto chiacchierata riduzione dei costi: meno pezzi, meno tempi di sviluppo e meno spese. Non una cattiva idea considerando che alcune scuderie, economicamente parlando, non se la passano proprio bene e che fuori dal paddock non c’è la fila di costruttori pronti a iscriversi al campionato.

Ferrari Mercedes e Renault sono contrarie, perchè non vogliono perdere il vantaggio tecnologico acquisito anche grazie agli ingenti investimenti fatti nelle stagioni precedenti. Inoltre, verso la fine di maggio, dovrebbero essere definiti i regolamenti del 2021, dove ci saranno tanti e importanti cambiamenti riguardanti anche le power unit, sempre con l’obiettivo di far divertire il pubblico.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail