Camion Tesla: i concorrenti denunciano l'azienda di Musk

La Tesla citata in giudizio dalla Nikola Motor per violazione di brevetto sul design del camion elettrico

Camion Tesla

Non c'è pace per Tesla. Non bastano i grossi problemi finanziari generali e i pesantissimi e ancora più gravi problemi nel produrre la Model 3, una questione che se non risolta potrebbe portare al tracollo dell'azienda. Ora ci si mettono anche le dispute legali. La compagnia fondata da Elon Musk è stata citata in giudizio per violazione di brevetto relativamente al camion elettrico di grande portata che Tesla intende produrre nel 2019.

La causa proviene dalla Nikola Motor, azienda che produce veicoli commerciali di media dimensione alimentati a idrogeno. Quindi Nikola denuncia Tesla, in un'ironia nominativa. La compagnia guidata dal CEO Trevor Milton sostiene che il camion di Tesla violerebbe il design di sei brevetti depositati tra febbraio e aprile 2018 per il proprio Nikola One. Dalla Tesla definiscono come del tutto infondate queste accuse.

Il Nikola One, il cui prototipo è stato presentato lo scorso anno, usa celle a combustibile in cui l'idrogeno è utilizzato come vettore per trasportare l'energia elettrica. Dispone anche di una batteria di 320 kWh. Insieme i due sistemi alimentano una motrice da oltre 1.000 cavalli.

Camion Tesla

Viene assicurata un'autonomia massima di 800 Km con un pieno d'idrogeno, il cui rifornimento richiede solo 15 minuti. Poiché la chiave dello sviluppo di questa propulsione risiede nella presenza di un'infrastruttura di rifornimento, la Nikola Motor ha avviato la costruzione di ben 364 stazioni dislocate in tutti gli Stati Uniti. Il completamento è previsto per la fine del 2019. Il Nikola One dovrebbe arrivare sul mercato nel 2020.

  • shares
  • Mail