Previsioni traffico e meteo 1 maggio 2018: bollino rosso vivo

Il lungo ponte del 1° maggio porterà con sè le consuete code. Previste situazioni critiche da bollino rosso. Tempo prevalentemente nuvoloso con pioggia

Traffico Cina

Eccoci alle previsioni traffico e meteo per il 1° maggio 2018, per la precisione il ponte della festa dei lavoratori. Praticamente un viadotto, perché parte da venerdì 27 aprile (per chi non lo ha addirittura trasformato in vacanza pura anticipandolo al 25 aprile). Come sempre in queste occasioni va messo in conto un aumento molto sostenuto dei veicoli in circolazione; il che significa probabili code.

Per questo motivo la Polizia stradale ha classificato nel suo calendario del traffico intenso primaverile come problematico quasi l'intero weekend. Il pomeriggio e la serata di venerdì 27 sono da bollino rosso (traffico intenso possibilmente critico); è previsto invece giallo (traffico intenso) per l'intera giornata di sabato 28. Ancora giallo per pomeriggio e serata di domenica 29 e lunedì 30.

Per martedì 1° maggio si prevede bollino giallo in mattinata e ancora rosso nel pomeriggio e nella serata. Infine nuovamente giallo per la mattinata di mercoledì 2. Per quanto riguarda i divieti di circolazione ai mezzi pesanti oltre le 7,5 tonnellate, saranno attivi domenica 29 aprile e martedì 1° maggio dalle 9 alle 22.

Un'altra certa fonte di code sulla rete autostradale è prevista sulla A4 a Milano nel tardo pomeriggio e nella tarda serata del 28 aprile a causa della concomitanza con la partita di calcio a San Siro tra Inter e Juventus. Per i dettagli e le altre info su chiusure dovute ai cantieri vi rimandiamo all'apposita pagina di Autostrade per l'Italia.

Chiudiamo con le previsioni meteo. Nuvoloso in gran parte della rete autostradale con possibili piogge a nord-ovest e centro-sud per venerdì 27 e sabato 28. Domenica 29 il cielo rimarrà nuvoloso ovunque con temporali in tutto il nord. Lunedì 30 schiarita in mattinata ma poi nuovamente pioggia nel nord-ovest e in Sardegna. Martedì 1 le piogge dovrebbero estendersi anche alle regioni centrali.

  • shares
  • Mail