Infiniti Qx50 al Salone di Los Angeles

Infiniti ha svelato a Los Angeles la seconda generazione del SUV medio QX50.

Sotto i riflettori del Salone di Los Angeles Infiniti ha tolto i veli alla seconda generazione della QX50, che in 469 cm di lunghezza racchiude dotazioni meccaniche e tecnologiche all'avanguardia, materiali e finiture premium per essere una protagonista tra le Sport Utility di alta fascia.

La Infiniti QX50 cercherà la sua fetta di mercato in un segmento dove sono presenti, tanto per citarne alcune, Audi Q5, BMW X3, Mercedes GLC, Alfa Romeo Stelvio, Volvo XC60 e Jaguar F-Pace. Si presenta con un design caratterizzato nella zona anteriore da tratti netti decisi che ne enfatizzano l'aggressività senza pregiudicarne l'eleganza. L'elemento di spicco è certamente l'ampia calandra, leggermente prominente ed incorniciata da finiture cromate.

Tratti che insieme alle linee sulle fiancate, più sinuose, contribuiscono alla riduzione dell'impatto aerodinamico del 6% rispetto al modello uscente. La Infiniti QX50 2018 è basata sulla nuova piattaforma modulare Infiniti e sarà disponibile sia a trazione anteriore che integrale intelligente (AWD – All-Wheel Drive).

Ne guadagna lo spazio interno, che si giova anche di un interasse pari a 280 cm. L'agilità nell'ambiente urbano come la stabilità nei curvoni veloci è garantita dal sistema che rende le ruote posteriori sterzanti 4 Control, anche se la novità tecnica più di rilievo riguarda il motore. Il VC-Turbo è infatti il primo motore al mondo in produzione con rapporto di compressione variabile.

Il motore VC-Turbo da 2.0 litri regola il rapporto di compressione per ottimizzare potenza ed efficienza. La compressione di base sarà di 8:1 per il massimo delle prestazioni e sarà in grado di variare fino ad un rapporto di 14:1 per aumentare l'efficienza e diminuire i consumi grazie alla migliorata efficienza rispetto al vecchio V6. Un altro vantaggio è che si può disporre di una coppia motrice molto elevata, quasi in linea con quelle dei propulsori diesel, mantenendo un alto valore di potenza.

La powerunit è in grado di erogare 271 cavalli e 380 Nm di coppia, con la versione a trazione anteriore capace di coprire lo 0-100 km/h in 6 secondi, mentre la QX50 a trazione integrale impiega solo tre decimi in più. Il Cambio CVT  è l'unico abbinamento disponibile.

Un piccolo passo in avanti verso la guida autonoma è stato compiuto grazie alle tecnologie ProPilot: il sistema può infatti intervenire sull’acceleratore, sui freni, sullo sterzo in determinate condizioni supportando il guidatore.

  • shares
  • Mail