Guida autonoma: Volvo fornirà ad Uber auto già compatibili

Volvo ed Uber uniscono le loro forze nella corsa allo sviluppo della migliore tecnologia sulla guida autonoma.

Volvo e Uber hanno siglato un accordo quadro che prevede la fornitura da parte del Costruttore svedese di 24.000 veicoli compatibili con la guida autonoma tra il 2019 e il 2021, che diventeranno parte della flotta di taxi a guida autonoma (robotaxi) del gigante californiano di ride-sharing.

L'accordo, non esclusivo, rinnova la partnership tra Volvo Cars e Uber annunciata nell'estate 2016 e segna anche un nuovo capitolo della convergenza tra produttori di automobili ed aziende tecnologiche della Silicon Valley nella corsa alla guida autonoma. Gli ingegneri di Volvo hanno lavorato a stretto contatto con quelli di Uber per rendere totalmente compatibili i SUV XC90 che saranno forniti a Uber. I veicoli integrano tutte le tecnologie necessarie per la sicurezza e saranno predisposti affinché Uber possa aggiungerci la propria tecnologia di guida autonoma.

Un ruolo chiave nella partnership lo ha avuto anche la piattaforma modulare SPA (Architettura di Prodotto Scalabile) su cui sono basate XC90, la S90, la station wagon V90 e il crossover della casa svedese XC60.

"Abbiamo scelto Volvo perchè possiede l'architettura elettrica più moderna dell'industria automobilistica, il che ci consente di integrare facilmente al suo interno molti dei nostri sistemi" come ha affermato il Responsabile alleanze automobilistiche di Uber Jeff Miller.

Uber non apporterà modifiche al powertrain della XC90, l'Azienda di San Francisco ha infatti comunicato che sono necessarie solo alcune modifiche ai sistemi che controllano sterzo e frenata. "Questi sono due elementi su cui stiamo apportando delle modifiche affinché il veicolo possa operare come un veicolo autonomo di livello 4, rispetto agli attuali livelli 2 o 3", ha aggiunto Miller, "Dobbiamo anche integrare altri sensori nel veicolo. Collaboriamo con Volvo per questi cambiamenti."

Parallelamente Volvo utilizzerà la XC90 come base di sviluppo della propria strategia per automatizzare i veicoli, con il dichiarato obiettivo di far debuttare un suo modello completamente autonomo nel 2021.

  • shares
  • Mail