Dallara Stradale: la sportiva da 400 CV

La sportiva è una barchetta senza portiere nella configurazione base, ma può essere trasformata anche in roadster, targa o coupé

Il primo modello stradale firmato Dallara è stato presentato: appunto la Dallara Stradale. Si tratta di una barchetta senza portiere, nella configurazione base, ma può essere trasformata anche in roadster, targa o coupé, rispettivamente con l’aggiunta di parabrezza, T-Frame o due portiere con apertura ad ala di gabbiano. E per chi ama principalmente la pista, viene installata un’ala posteriore.

Una vettura nata dall’esperienza fatta nelle competizioni, con un peso globale di 855 kg, grazie all’utilizzo di materiali compositi con fibre di carbonio. La cinematica delle sospensioni e la taratura di molle, barre e ammortizzatori sono state definite per elevare il compromesso fra aderenza e comfort. “In questo progetto – confermano le parole dell’ingegner Giampaolo Dallara - c’è tutto ciò che abbiamo imparato dalle corse e dalle collaborazioni con i nostri clienti, e sono convinto che chi utilizzerà questa vettura potrà provare il gusto del viaggio per il viaggio, la voglia di salire in macchina per fare un bel giro, il piacere della guida”.

Inoltre, la Dallara Stradale è dotata dei più moderni sistemi di controllo di stabilità ESP Bosch (che include ABS-EBD-TCS-VDC) per garantire un eccellente controllo della vettura in tutte le condizioni d’uso. Questa sportiva è spinta dal motore quattro cilindri 2.3 litri da 400 cavalli di potenza, abbinato al cambio manuale a sei rapporti, ma tra gli equipaggiamenti opzionali è previsto un sistema “paddle-shift” per la robotizzazione del cambio. Le prestazioni sono di alto livello: accelerazione da 0 a 100 km/h in 3,25 secondi e velocità massima di 280 chilometri orari.

  • shares
  • Mail