Maserati GranTurismo e GranCabrio 2018: primo contatto

Sulle strade della Franciacorta il nostro primo contatto con la rinnovata Maserati GranCabrio.

Cambiare tutto perchè tutto rimanga coam'è? Maserati non ne ha bisogno, visto che la GranTurismo presentava un design all'avanguardia firmato Pininfarina già undici anni fa, seguita nel 2010 dalla versione a cielo aperto GranCabrio.

La loro longevità è stata preservata negli anni da interventi di restyling (2013) e da nuovi allestimenti che spesso hanno sottolineato la tradizione sportiva del Marchio, come le recenti Special Edition. La Maserati GranCabrio 2018 è stata quindi oggetto di un leggero restyling degli esterni, con benefici anche aerodinamici, oltre a vantare un abitacolo evoluto rispetto al passato e un nuovo sistema di infotainment.

La gamma attuale comprende due versioni: la GranCabrio Sport e GranCabrio MC, che condividono il V8 4.7 litri in grado di erogare una potenza di 460 CV a 7.000 giri/min e 520 Nm di coppia massima, abbinato al cambio automatico ZF a 6 rapporti.

Motore che pesa solo 175 Kg, viene assemblato a mano a Maranello ed è in grado di far coprire alla GranCabrio lo 0-100 km/h in 4,9 secondi e raggiungere una velocità massima di 291 km/h. Sulle strade della Franciacorta abbiamo provato la GranCabrio Sport, godendoci prima una rilassata guida a cielo aperto tra gli splendidi panorami della zona, poi le prestazioni da sportiva in un tratto di strada appositamente interdetto al traffico.

I prezzi partono dai 129.264 euro per la GranTurismo Sport, ai 152.988 euro la GranTurismo MC; costa un po' di più la GranCabrio Sport, proposta a 146.797 euro, mentre ci vogliono 158.541 euro per la GranCabrio MC.

Com'è fatta


VOTO 8 Primo Contatto

Come già accennato, l'aggiornamento portato dal centro stile del Tridente punta a preservare il "design senza tempo" di Pininfarina, con la calandra esagonale "a muso di squalo" ispirata alla Concept Alfieri e le nuove prese d’aria sui paraurti che migliorano l’efficienza aerodinamica.

Il Cx scende infatti da 0.33 a 0.32 per la coupé e da 0.35 a 0.33 per la cabrio, grazie anche al contributo del nuovo splitter centrale, più pronunciato sulla GranCabrio MC. Le dimensioni indicano una lunghezza di 4.910 mm, 1.915 mm di larghezza e 1380 mm di altezza.

Anche i gruppi ottici hanno subito un leggero restyling in quest'edizione 2018, così la zona posteriore che appare più muscolosa con il nuovo paraurti e lo spoiler leggermente più pronunciato, poco al di sopra della nuova retro-camera di parcheggio.

All'interno dell'abitacolo, pur non avendo l'effetto navicella spaziale si rimane piacevolmente stupiti dal look più pulito e contemporaneo della plancia, dove sono spariti pulstanti e levette. Al centro non manca il display da 8,4 pollici, con la piacevole grafica del nuovo sistema di infotainment dotato di interfaccia per smartphone Apple e Android.

La console nel tunnel centrale è stata rimodellata per poter alloggiare il doppio selettore rotante introdotto in precedenza su Levante e Ghibli, dove passa la gestione delle diverse funzioni. Sempre in tema di tecnologia, debutta sull'edizione 2018 il sistema audio Harman Kardon con dieci altoparlanti, che diventano 11 sulla GranCabrio.

Da primato il comfort offerto dai sedili in Pelle Frau e disponibili anche in Pelle e Alcantara, per l’ottima posizione di guida e per lo spazio disponibile nei posti anteriori, che non manca anche dietro tranne per chi è di statura molto sopra la media.

Maserati offre anche un programma di personalizzazione con 13 colori di carrozzeria di cui 5 nuovi, 14 tipi di cerchi da 20”, pinze dei freni Brembo in 9 colori e 13 rivestimenti interni. Sono disponibili sia per GranCabrio Sport che su GranCabrio MC.

Come va


Larga e prestante, ma agile e scattante quando si schiaccia il pedale dell'acceleratore. Il piacere della guida a cielo aperto è accompagnato da un sound entusiasmante proveniente dal V8 aspirato da 460 cavalli, particolarmente apprezzabile in modalità Sport, quando invoglia a far meno del raffinato impianto audio Harman Kardon.

L'assetto della GranCabrio non è particolarmente rigido al contrario di alcune rivali, il comfort è infatti garantito dall’ottimo lavoro delle sospensioni a quadrilatero con doppio braccio oscillante nell'assorbimento delle asperità stradali. Tra i tornanti ci si può divertire con i paddle apprezzando la fluidità della trasmissione, con lo ZF a sei rapporti dalla cambiata rapida ma non scorbutica, fedele alla filosofia GT della Casa.

Nei curvoni in appoggio si gode invece dell'aderenza trasmessa da pneumatici Pirelli PZero 245/35 su cerchi da 20 pollici. La frenata by Brembo non ha mai mostrato segni di affaticamento nel tortuoso tratto in cui si poteva spingere, con un feedback del pedale mai spugnoso e ben modulabile.

Tornati sulle strade aperte al traffico, selezioniamo la modalità "Normal" con sterzo e risposta del motore che si allineano maggiormente ad una morbidezza che consente all'auto di adattarsi bene anche all'uso quotidiano in città. In fondo è quello che si chiede all'auto simbolo di Maserati, che non sarà la più veloce né la più potente sul mercato ma è la perfetta interpretazione del concetto di gran turismo della Casa: comfort, lusso e prestazioni. Un'auto fatta per godere della guida veloce arrivando a destinazione non troppo stanchi e con il sorriso sulle labbra.

Maserati GranCabrio Sport - Scheda Tecnica


Maserati GranCabrio Scheda Tecnica by Blogo Motori on Scribd


  • shares
  • Mail